Altri ubriachi al volante, tre patenti saltano

Fine settimana da dimenticare per tre giovani che si sono messi alla guida ubriachi

guida ubriaco

Nell’ultimo fine settimana, i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Varese hanno intensificato i controlli alla circolazione stradale, deferendo in atto di libertà alla Procura della Repubblica di Varese 4 soggetti, tutti resisi responsabili del reato di guida sotto l’influenza dell’alcool.

In particolare i militari dell’Arma hanno garantito la presenza di più pattuglia sul territorio della città di Varese, nel corso delle quali hanno deferito un 44enne operaio alla guida di una Fiat bravo, un 27enne operaio alla guida di una VW Golf, un 30enne barista alla guida di una Renault Clio e un 30enne operaio alla guida di una Suzuki.

Tutti sono stati sorpresi in evidente stato di alterazione psicofisica conseguente all’abuso di bevande alcoliche.

Sottoposti ad accertamento del tasso di alcolemia mediante esame strumentale, veniva appurato che gli stessi si erano messi alla guida della propria autovettura con tasso alcolemico superiore a 0,8 grammi per litro. Tutte le patenti di guida sono state ritirate e trasmesse alla Prefettura.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Pubblicato il 01 Aprile 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.