“Di seta e d’oro”, le vesti sacre raccontano artigianato e gusto di cinque secoli

Dai damascati del Cinquecento ai tessuti bizarre, i paramenti ecclesiastici riflettono il gusto delle diverse epoche, fino al Novecento: una storia raccontata da una preziosa mostra ad Arsago, al centro culturale Concordia

“Di seta e d’oro” è la mostra sui paramenti sacri allestita, fino al 14 aprile, al centro culturale a Concordia ad Arsago Seprio. Un pregevole prezioso percorso – curato da Martino Rosso – che propone vesti, casule, piviali provenienti dalle chiese di Gallarate, Arsago e Somma Lombardo, centri religiosi di riferimento nell’area del Seprio.

L’esposizione si concentra su due tematiche principali. Un percorso racconta l’evoluzione dall’abbigliamento romano alle vesti sacre;, un’origine ancora riconoscibile nelle forme e anche nei nomi delle vesti (il piviale, a solo titolo di esempio, prende il nome dal pluvialis, il mantello romano per i giorni di pioggia, in origine dotato di copertura sul capo).

L’altro percorso racconta invece lo sviluppo della produzione tessile, delle diverse tipologie di tessuto e di lavorazioni. Una produzione che ha avuto nell’Italia – insieme alle Fiandre – uno dei centri maggiori a livello europeo fin dal medioevo. I primi pezzi in mostra esposti risalgono al Cinquecento, mentre nel Settecento si concentra il maggior numero dei pezzi esposti, permettendo di ripercorrere l’evoluzione dello stile decorativo di un intero secolo e della moda. Proprio di moda dobbiamo parlare, perché i tessuti con i quali sono stati realizzati gli indumenti sacri in mostra provengono spesso dall’abbigliamento civile. Lucenti damaschi, bizarre carichi di filo d’oro e d’argento, lampassi e broccati tornano alla luce e possono essere ammirati ancora una volta.

Arsago Seprio generica

La mostra, aperta fino a domenica 14 aprile, è accompagnata anche da un prezioso catalogo curato da Martino Rosso, con prefazione di Natalia Aspesi e interventi di monsignor Claudio Magnoli, di Margherita Rosina.

Dal 30 marzo al 14 aprile 2019
Centro Culturale Concordia, Arsago Seprio (VA)
Inaugurazione: sabato 30 marzo ore 16.00
Orari di apertura: mercoledì 10.00 – 12.00 e 15.00 – 17.00; sabato e domenica 10.00 – 12.00 e 15.00 – 19.00
Visite guidate gratuite: mercoledì 10 aprile ore 20.30 (fino ad esaurimento posti) oppure su appuntamento.
Per info: tel. 0331 299927  e-mail: segreteria@comune.arsagoseprio.va.it

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 aprile 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore