Germania amara per le MV Agusta del motomondiale

Aegerter e Manzi nettamente fuori dalla zona punti al Sachsenring. Il patron Cuzari: "Prima parte di stagione comunque positiva"

dominique aegerter motomondiale mv agusta 2019

Domenica amara per il Forward Racing Team e per le MV Agusta impegnate nel Motomondiale di classe Moto2. Le due moto varesine, gestite dalla struttura italo-svizzera, hanno concluso il Gran Premio di Germania al di fuori della zona punti e dunque non sono riuscite a ripetere la bella prestazione della settimana precedente in Olanda.

Sul circuito del Sachsenring, né il bernese Dominique Aegerter né il riminese Stefano Manzi hanno lasciato il segno: il pilota elvetico – che qui vinse alcuni anni fa – ha concluso al 20° posto ma lontano 13″ dalla zona punti, l’italiano è giunto poco dopo (22°) dopo aver compromesso la propria gara con un “lungo” nelle prime battute che lo ha costretto a ripartire in ultima posizione, di fatto senza speranze di classifica.

A mettere i bastoni tra le ruote alle moto della Schiranna le condizioni meteorologiche che non hanno agevolato il lavoro di piloti e tecnici: alla domenica il warm-up si è disputato in condizioni di bagnato, poi è uscito il sole ma la pista non si è asciugata del tutto, creando una condizione nuova rispetto ai giorni precedenti. Certo, la situazione era uguale per tutti i concorrenti, ma evidentemente un progetto nuovo qual è quello portato avanti quest’anno da Forward e MV non ha abbastanza dati per affrontare questo tipo di intoppi.

«Non è semplice scalare le classifiche di questa categoria, molto competitiva, con un progetto così inesperto seppur entusiasmante – spiega il patron del team, Giovanni Cuzari – Anche oggi i nostri piloti hanno portato a casa dati preziosi che continueremo ad analizzare in una pausa estiva già molto fitta di impegni lavorativi per cercare di rientrare ancora più preparati. Questi primi nove Gran Premi sono stati emozionanti e hanno portato a casa frutti che forse, per il primo anno, speravamo ma non ci aspettavamo con certezza, per questo ripeto, siamo positivi. Siamo soddisfatti della prima metà di stagione che abbiamo condotto».

Ora il Motomondiale si ferma per quasi un mese: si riprenderà da un altro tracciato storico, quello di Brno in Repubblica Ceca, tra il 2 e il 4 agosto. In Germania, intanto, nuovo successo per Alex Marquez (Kalex) che ha preceduto sul traguardo la Ktm del sudafricano Binder e l’altra Kalex di Schrotter. Quarto, e primo italiano, Di Giannantonio.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 08 luglio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore