Immigrato irregolare ospitato da connazionale, arriva la polizia locale

Intervento notturno degli agenti del servizio associato, su impulso dell’amministrazione. Il giovane segnalato alla questura

Avarie

Viveva in casa da recluso uscendo quasi mai da quella prigione di cemento composta dalle quattro mura di casa di un connazionale.

A scoprirlo l’ufficio comune di polizia locale di Cocquio Trevisago, i cui agenti operano in sintonia anche con le amministrazioni di Rancio Valcuvia e Cugliate Fabiasco.

Il controllo è scattato questa notte su impulso dell’amministrazione comunale di Cocquio che ha voluto effettuare verifiche sui residenti extracomunitari in paese.

Verifiche di competenza della polizia locale sulle residenze che hanno però fatto emergere una situazione di irregolarità.

L’uomo trovato nell’appartamento del connazionale è di origine senegalese ed è risultato sbarcato qualche tempo fa in Italia.

Il giovane – 22 anni – è stato trovato verso l’una di notte, identificato e invitato a presentarsi agli uffici della questura già nella giornata odierna per regolarizzare la sua posizione.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 agosto 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore