In Lombardia l’influenza colpisce giovani e adulti

La fascia con il tasso più alto di ammalati è quella tra 15 e 64 anni, seguita dai bambini piccoli. Pochi contagi tra gli over 65

influenza prima

In costante crescita, con dati sovrapponibili all’anno scorso. L’andamento delle sindromi simil-influenzali in Italia è stato reso noto dall’Osservatorio del Dipartimento Malattie Infettive – Istituto Superiore di Sanità.

Durante la settimana dal 6 al 12 gennaio,  ci sono stati 374.000 nuovi casi per un totale, dall’inizio del periodo di sorveglianza, di 2.268.000 ammalati. Un balzo in avanti causato anche dalla ripresa delle attività dopo la pausa natalizia.

La regione Lombardia è tra quelle che ha registrato il maggior numero di contagi: mentre la media nazionale è del 6,2 casi ogni mille assistiti, nella nostra regione si sale a 6,67. I 109 medici sentinella hanno denunciato 146.341 nuove sindromi influenzali.

Tra le peculiarità anche l’età dei pazienti: mentre nel paese rimane la fascia infantile, nella nostra regione i casi di influenza hanno riguardato soprattutto la fascia 15 – 64 dove il tasso è salito all’8,84, contro il 7,13 dei bimbi tra 0 e 4 anni. Gli over 65 rimangono i più protetti, anche grazie alla campagna vaccinale, con il tasso di 3,79 ammalati ogni mille.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 gennaio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore