Un accordo tra Anci e l’associazione Comuni di frontiera per sostenere i territori di confine

Dopo l'accordo Italia-Svizzera sulla fiscalità dei frontalieri, Anci Lombardia e Acif hanno siglato un protocollo triennale di collaborazione e assistenza agli enti locali interessati

dogana gaggiolo

A seguito del nuovo accordo sottoscritto tra Italia e Svizzera, lo scorso 23 dicembre, relativo all’imposizione fiscale dei lavoratori frontalieri, con importanti ripercussioni e conseguenze per i Comuni italiani ricompresi in una fascia di 20 km dal confine elvetico, il presidente di Anci Lombardia e sindaco di Tremezzina (Co) Mauro Guerra e il presidente dell’Associazione comuni italiani di frontiera (Acif) e sindaco di Lavena Ponte Tresa Massimo Mastromarino, hanno siglato un accordo finalizzato ad una più ampia collaborazione e alla realizzazione di iniziative e attività a favore degli enti locali e degli amministratori pubblici nonché di funzionari e dipendenti quotidianamente impegnati nelle pubbliche amministrazioni nella fasce di confine.

«In questo contesto storico, economico e sociale – ha spiegato il presidente Guerra – l’accordo recentemente siglato dal Governo italiano e dalla Confederazione svizzera, richiede ai Comuni e agli enti locali interessati una nuova consapevolezza del proprio fondamentale ruolo e presuppone un costante raccordo e una leale collaborazione tra istituzioni come modalità più idonea per poter rappresentare le esigenze e gli specifici bisogni delle comunità locali. Per questo, insieme ad Acif, abbiamo ritenuto necessario avviare un percorso di sinergia nel tessuto associativo e rappresentativo degli enti locali, soprattutto in una fase di grande difficoltà economica come quella attuale, con l’obiettivo di coordinare nella maniera più proficua ed efficace le istanze dei Comuni di frontiera nell’interlocuzione con i diversi livelli istituzionali».

«Oggi – ha aggiunto Guerra – siamo alla fine di un percorso durato molti anni in cui ci si è confrontati con la Svizzera sul regime fiscale dei frontalieri, oltre che sulla condizione generale di questi lavoratori e dei nostri Comuni, in particolare sulle finanze comunali. Il nostro obiettivo era quello di definire un accordo che tutelasse il più possibile i lavoratori e al contempo garantire la continuità delle risorse per i Comuni. Ci sarà ancora da lavorare al disegno di legge di ratifica dell’accordo e si dovrà confrontarsi e ragionare insieme».

Il protocollo, di durata triennale, prevede la costituzione di una cabina di regia formata dai presidenti di Anci Lombardia e di Acif, o loro delegati, per definire un piano di lavoro annuale, come spiega il presidente Acif Massimo Mastromarino: «Il protocollo siglato prevede la progettazione di percorsi formativi, di orientamento e aggiornamento, iniziative, dibattiti e convegni, finalizzati a consolidare competenze e conoscenze, e ad aggiornare in maniera costante e continua, rispetto a leggi e normative, gli amministratori locali alle prese con cambiamenti ed evoluzioni continue della materia amministrativa».

«Nel pieno spirito di collaborazione – conclude Mastromarino – le due associazioni mettono a disposizione la loro assistenza tecnica e consulenza per la gestione delle attività amministrative, per la produzione di materiale quale protocolli, accordi, circolari, modelli, pareri e bozze di documenti, utilizzando ciascuno le proprie risorse a vicendevole supporto».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 22 Febbraio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.