Città di Samarate e la Vergherese si uniscono per “far rinascere il calcio a Samarate”

Non è ancora una fusione tra le due società di calcio di Samarate: per ora c'è un assorbimento della Vergherese nell'asd Città di Samarate

asd città di samarate calcio

Le due società calcistiche di Samarate, Asd Città di Samarate e polisportiva Vergherese, uniscono le forze per dare vita a un nuovo progetto calcistico, che si chiamerà Asd Città di Samarate: diventeranno un’unica società in grado di garantire gli interessi dei ragazzi con un progetto ben strutturato.

Ad annunciarlo ufficialmente lunedì 12 luglio in municipio i due presidenti Fabrizio Piantanida (di Asd) e Gabriele Colombo (Vergherese), insieme all’assessore allo Sport Stefano Bertagnoli. L’avvicinamento è iniziato l’anno scorso: la fusione non è ancora avvenuta, perché i tempi sono molto lunghi e non sarebbero arrivati pronti per l’inizio della stagione; ad oggi l’organico della Vergherese è stato assorbito da Città di Samarate e il presidente sarà Piantanida.

Questo accordo è stato motivato anche dalla questione del bando del campo da calcio, in modo da «andare incontro alle problematiche che sarebbero nate», hanno spiegato i presidenti; di questo tema si era già parlato in campagna elettorale, due anni fa, quando la lista “Alternativa per Samarate” aveva dimostrato preoccupazione per il futuro dei giovani sportivi samaratesi. A vincerlo è stata Città di Samarate, che lo avrà in gestione per cinque anni.

Gli open day per i calciatori stanno riscontrando un grande successo, tanto da superare i 200 atleti tra calcio maschile e femminili, amatori e giovanili. Il progetto, dunque, si sta ingrandendo, gli allievi saranno molti di più: «Vogliamo far crescere a livello sportivo Samarate».

“La rinascita del calcio a Samarate”

«Gli ultimi anni hanno messo in difficoltà le società sportive», ha spiegato l’ex presidente Colombo, «e dall’anno scorso abbiamo deciso di unire le forze per dare vita a un’unica società. Abbiamo raggiunto un compromesso: iniziamo a collaborare insieme con un assorbimento, la fusione vera e propria ci sarà l’anno prossimo, con dei tempi ben precisi».

Per arrivare a questo accordo «è stato fondamentale l’assessorato allo Sport», ha poi preso la parola Piantanida, «due anni fa il sindaco Puricelli ha messo l’assessore allo Sport, che con il suo lavoro è riuscito a farci trovare un accordo». «Per l’amministrazione due società che si uniscono – ha preso la parola l’assessore Stefano Bertagnoli – è un orgoglio e un traguardo importante: iniziano a collaborare a un progetto ambizioso e porteranno enormi benefici alla comunità».

Il nuovo vicepresidente Gianluca Banca ha spiegato il progetto sociale alla base dell’unione delle forze societarie: sono in cantiere per l’anno prossimo molte manifestazioni sportive che coinvolgeranno tutta la cittadinanza, il mondo del sociale e dello sport.

«Grazie alla volontà dei due presidenti e all’assessore Bertagnoli, era un nostro obiettivo chiaro: l’assessore è un uomo di calcio e sapevo di aver fatto la scelta giusta quando l’ho nominato assessore due anni fa. In tanti hanno provato a fare questa fusione, ma noi ci siamo riusciti», ha concluso il sindaco.

Nicole Erbetti
nicole.erbetti@gmail.com

Per me scrivere significa dare voce a chi non la ha. Il giornalismo locale è il primo passo per un nuovo, empatico e responsabile incontro con il lettore. Join in!

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 13 Luglio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.