“Cugliate Fabiasco Alternativo” propone più sicurezza, un centro per i giovani, turismo e sport

La lista guidata dal candiato Marco Gasparini continua la campagna elettorale "diffusa" per le vie del paese e sui social, le proposte principali

Elezioni Cugliate Fabiasco 2021

Senza dubbio la lista più social, quella di Cugliate Fabiasco Alternativo che presenta da mesi il suo candidato sindaco, Marco Gasparini, con video e videointerviste sulla omonima pagina Facebook.

Uno schieramento che non ha mai nascosto le critiche alla attuale amministrazione e che si propone di esserne “Alternativo” a quello attuale. Ma quali sono i punti programmatici? Senza dubbio la sicurezza la fa un po’ da protagonista nei vari interventi che vengono condivisi dai candidati e apre anche la lista del programma ufficiale depositato in comune.

Al di là del potenziamento dell’illuminazione pubblica, nodo centrale sul tema sicurezza è, per i membri di Cugliate Fabiasco Alternativo, “l’apertura di un tavolo di confronto con i comuni limitrofi al fine di instaurare un corpo di Polizia Loca attivo h24 nella Val Marchirolo con lo scopo di sorveglianza e presidio completo del nostro territorio e messa in funzione attiva e reale del sistema di sorveglianza delle strade maggiormente trafficate, piazze, spazi comuni, parchi e cimiteri.”

“Si può dire tutto e il contrario di tutto”, si legge sulla loro pagina Facebook, “ma il nostro programma è stato costruito, sentendo le esigenze dei cittadini, interpellando e coinvolgendo personalità di esperienza e curriculum incontestabili. Per il tema sicurezza ha partecipato Antonio Lotito, ex comandante del corpo di Polizia Locale della città di Varese, ora di Gallarate, consulente per le amministrazioni oltre che formatore dei nuovi agenti di Polizia Locale.”

Giovani, sport, turismo e servizi

Al secondo punto del programma uno dei nodi della vita sociale del paese, i giovani. Per loro la proposta di destinare il palazzo sito in piazza Andreani, sede attuale del Comune che verrà spostato nella nuova sede di Villa Maria, a Centro Aggregativo Giovani. Propongono “l’assunzione di un educatore con lo scopo di gestire, attrarre ragazzi/e, avviare attività culturali, corsi, servizi di dopo scuola, attività ludiche, educative, cineforum con lo scopo di sopperire alle carenze educative e opportunità mancate in questi anni ai giovani della Vallata sempre più lasciati a se stessi e abbandonati. Questo progetto, forse il più ambizioso degli ultimi decenni della nostra Comunità, ha come scopo e ambizione quello di creare un polo educativo e di riferimento per tutti i giovani della Valle e non solo per gli abitanti di Cugliate Fabiasco.”

 
Marco Gasparini e Camilla Correra presentano il programma della lista per i giovani

Poi un campo da calcio gratuito e fruibile a tutti e un chioschetto vicino al neo inaugurato campo da basket e pallavolo, gestito da volontari del paese per regolare le aperture dello stesso e offrire un luogo di incontro. Pedibus e Consiglio Comunale dei ragazzi per quanto riguarda le scuole e il tentativo di attrarre anche nuove realtà associative all’attuale campo sportivo con l’obiettivo di implementare l’offerta per i residenti, una sorta di “cittadella dello sport”.

Fra le opere e i servizi pubblici, oltre al succitato adeguamento dell’attuale sede comunale per creare un centro per i giovani, anche la creazione di una casetta dell’acqua e di un distributore di pellet, la rimodulazione degli orari comunali per consentire alle utenze di avere più facilmente accesso agli uffici e una sede dignitosa per la protezione civile. Sul fronte del turismo invece, fra i punti, la valorizzazione ciclopedonale dei sentieri nei boschi che circondando il paese, con il coinvolgimento delle scuole nell’ottica di una educazione civica improntata al rispetto della flora e della fauna.

Il candidato no-green pass

Marco Gasparini

Gasparini non ha mai fatto mistero di essere contrario a tante normative messe in campo in questi mesi a livello governativo, realtivamente alla pandemia. Una su tutti, il green pass. In un video sulla pagina del gruppo chiarisce la sua posizione, ribadendo come non siano queste tematiche al centro della politica locale, ma che riguardano le posizioni personali.

“C’è da fare un distinguo sulle posizioni personali e le cose da fare. Ognuno può avere le proprie idee sui temi politici e sanitari Nazionali che tanto poco cambia alla comunità, a Cugliate Fabiasco bisogna parlare e agire sulle cose da fare. Se si è a favore o no del green pass non si combatte da Cugliate Fabiasco, aprire o chiudere i porti non sono temi locali, votare FDI – M5S – PD non cambia la buona volontà, determinazione, visione e capacità di azione dei componenti politici locali. Almeno la libertà intellettuale personale lasciamo che rimanga sacra e inviolabile e non deve condizionare il giudizio sull’operato di una persona, di un gruppo o di una comunità. Questo deve essere chiaro ed è l’unica cosa, che se non viene capita, non può essere inserita in nessun programma elettorale!”

 

 

Eleonora Martinelli
martinellieleonora@gmail.com

Con VareseNews voglio contribuire ad una costruzione positiva del senso di comunità. Dare voce alle persone e al territorio, far conoscere il loro valore. Sostienici!

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 24 Settembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.