Fabio Bottazzini d’argento ai Mondiali paralimpici di Parigi

Il 19enne della PolHa Varese, liceale a Gallarate, ha centrato il secondo posto nei 200 metri alle spalle dell'altro azzurro Maxel Amo Manu

fabio bottazzini atletica leggera paralimpica | Foto Augusto Bizzi/FISPES

Milanese di origine e gallaratese d’adozione, Fabio Bottazzini non ha tradito le attese e i suoi tifosi. Lo sprinter di classe 2004 ha conquistato una meravigliosa medaglia d’argento nei 200 metri ai Mondiali Paralimpici di atletica leggera che si sono disputati a Parigi, un risultato ancora più bello se si considera che l’oro è finito a un altro azzurro, Maxel Amo Manu.

Bottazzini è tesserato per la PolHa Varese (“casa” di tanti campioni dello sport paralimpico), è originario di Fermo ma frequenta il liceo a Gallarate alternando i libri alle sedute di allenamento di atletica leggera. Il 19enne è specializzato nella velocità e si è messo in luce per la prima volta a livello internazionale lo scorso anno, quando ha partecipato ai Giochi Europei conquistando un argento nei 100 piani e un bronzo nel salto in lungo. (Foto Augusto Bizzi/FISPES)

Bottazzini è inserito nella categoria T64 (Amputazione monolaterale transtibiale – con protesi) e a Parigi è stato anche il portabandiera dell’Italia. L’azzurro ha partecipato alle batterie dei 100 metri migliorando il proprio primato personale (11.42) senza però riuscire a qualificarsi per la finale. Nei 200 però ha fatto ancora meglio, arrivando alla gara per le medaglie e concludendola in 23.10, altro record personale mentre Manu ha vinto in 21.36.

Il bottino dell’Italia paralimpica a Parigi è stato decisamente positivo: gli azzurri hanno vinto in tutto 12 medaglie con 5 ori, 3 argenti e 4 bronzi. Ben dieci i pass conquistati per i Giochi del 2024 in programma sempre nella capitale francese.

Damiano Franzetti
damiano.franzetti@varesenews.it

VareseNews è da anni una realtà editoriale, culturale e sociale fondamentale per il territorio. Ora hai uno strumento per sostenerci: unisciti alla membership, diventa uno di noi.

Pubblicato il 18 Luglio 2023
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.