Ricerca

» Invia una lettera

BASTA!

unione europea
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

11 dicembre 2015

BASTA!
Mi piacerebbe sapere quali erano le qualità manageriali di chi ha gestito in questi anni le quattro banche che hanno distrutto il futuro e la tranquillità di migliaia di piccoli risparmiatori, chi li ha indicati e quali rapporti questi amministratori hanno avuto con la politica locale e nazionale perché tutto in Italia è gestito dalla politica e le banche non fanno eccezione.

Non mi sorprenderebbe scoprire che i vertici di queste banche oggetto di cronaca sono uomini vicini a tali ambienti e quando si imputa comportamenti scorretti ai funzionari di queste banche nei confronti dei propri clienti bisogna a volte chiedersi perché dei dipendenti indirizzano i clienti a scelte negative, se non sulla base di disposizioni che vengono dettate dall’alto anche sotto forma di obiettivi da raggiungere in cambio di gratifiche economiche o in caso contrario penalizzazioni di carriera.
Mi viene da ridere nel sentire i vari politici scaricare le responsabilità solo sulla malafede del direttore di turno o sulla superficialità del cliente che avrebbe dovuto sapere invece di puntare il dito sui meccanismi che hanno fatto si che al vertice di queste banche ci fossero, ad essere buoni, perlomeno degli irresponsabili.

Il fatto è che tutto il sistema che non va che è in malafede, dalla politica che si è impossessata di tutto il Paese a chi deve controllare che non controlla perché non deve dare fastidio al sistema perché così prima o poi verrà premiato.
E’ un sistema ad hoc che fa le leggi in modo tale che chi li viola alla fine non paga dato che in questo disastrato Paese non esiste la certezza della pena grazie a norme talmente garantiste che in prima persona garantiscono gli stessi politici che le hanno fatte.

E’ facile capire che i dissesti di queste banche sono stati causati da una gestione clientelare se non politica del risparmio dei propri clienti dato che se fai parte del sistema le garanzie non servono e se i soldi non vengono restituiti c’è sempre un pantalone che paga.
Oggi è capitato alle banche ma è tutto il sistema che è impostato in questo modo, lo dimostrano come vengono gestite le municipalizzate, le partecipate, le infrastrutture, le grandi opere pubbliche, la sanità etc.. ormai lo sfascio è tale che il popolo si è assuefatto al quotidiano malaffare.
Pertanto cari politici evitate di venire in televisione a raccontarci le solite storielle a far finta di scandalizzarsi su quello che succede o far finta di litigare per dare un contentino allo spettatore, almeno abbiate la buona creanza di non prendere in giro per l’ennesima volta gli italiani perché ormai nessuno vi crede.

Avete creato voi, a tutti i livelli della società, questo bel sistema di cui i primi a beneficiare siete voi e chi vi gira attorno, le vittime sono gli italiani sempre più diseducati dai vostri esempi e comportamenti.
Anche in questo caso non andrà in galera nessuno, ci sarà il solito rito dell’apertura delle indagini che psicologicamente aiuta a far credere che si farà giustizia e che nei casi più ottimistici ci sarà un rinvio a giudizio con un procedimento che finirà immancabilmente con il reato in prescrizione e tutto finirà nel dimenticatoio di questa italietta in attesa del prossimo scandalo.
Aurelio

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Felice

    Pià che altro se la politica economica è decisa e gestita dalla BCE ci si chiede quale sia il ruolo della Banca d’Italia se non controllare e regolamentare casi come questi.
    Invece la stessa Banca d’Italia interpellata a tel merito se ne tira fuori dicendo che la regolamentazione bancaria è gestita da opportuni organi di competenza.
    A questo punto la domanda è: a che serve il carrozzone Banca d’Italia?