Ricerca

» Invia una lettera

Brava Sindaco Raggi

Virginia Raggi
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

23 settembre 2016

Egregio Direttore

Sulle reazioni al no alla candidatura di Roma alle Olimpiadi da parte del sindaco Raggi del M5S sono emerse due Italie , una maggioritaria e silenziosa, poco rappresentata dai mass media e una minoritaria rappresentata dalle lobby dei costruttori e imprenditori che vivono alla grande di opere pubbliche e con il denaro pubblico, dal sottobosco politico e clientelare che vive altrettanto bene di corruzione e per finire da una classe politica asservita in cui gli interessi di partito e propri antepone a quelli del Paese.
Dietro questo sistema di caste che prosperano sulle spalle della comunità nazionale vi è il potere della televisione il cui unico obiettivo e fare il lavaggio del cervello agli italiani e nello stesso tempo adulare il potere del governo di turno, ci tocca, oltretutto pagando, sorbirci la solita ennesima presenza di giornalisti mediocri che fanno da spalla a politicanti altrettanto insignificanti e narcisi che ripetono a turno le solite frasi fatte imparate a memoria che rispecchiano il più possibile il pensiero del loro cosi detto leader.
D’altronde non ce da meravigliarsi le caste in questo Paese hanno sempre ossequiato il potere di turno.
Tutta brava gente che da anni spreme e chiede sacrifici agli italiani per i danni che hanno fatto loro al Paese ma che sono pronti a spendere decine di miliardi per assecondare l’andazzo e le varie clientele.
Poi ce la maggioranza degli Italiani, gente per bene che lavora e si suda quello che guadagna, i pensionati la cui maggioranza vive con pensioni da fame e che in molti casi mantengono figli disoccupati, giovani senza lavoro e futuro, esodati e sotto occupati sfruttati, tartassati di ogni genere per mantenere privilegi di pochi, ecc.
Tutta gente che è stufa di vedere i soldi spesi e sprecati in opere incompiute, in cattedrali del deserto o opere abbandonate a se stesse la cui manutenzione non viene fatta sia per mancanza di risorse che di programmazione.
E’ la Giustizia giusta, lo Stato sociale solidale, la Sanità pubblica efficiente, la ricerca privata e pubblica, la scuola, la cultura e la preparazione dei propri cittadini che fa grande un Paese non le Olimpiadi che servono solo a magnificare i governi, ad arricchire i già ricchi ed aumentare la corruzione, non ce mai stata una grande opera in Italia in cui non sia emersa scandalo e corruzione e decuplicazione della spesa iniziale.
Per concludere la propaganda di governo su Rai 1 ha annunciato che il presidente del Coni ha minacciato l’amministrazione comunale di Roma sulle conseguenze del danno subito avendo già anticipato e speso milioni di euro per sponsorizzare la candidatura di Roma.
Ebbene se fossi la Corte dei Conti i conti li farei al Coni per come ha speso questi soldi pubblici senza avere la ben che minima certezza di come sarebbero andate a finire., fortunatamente per noi, le cose.
E poi che soddisfazione sapere che anche i potenti ogni tanto devono fare anticamera ed aspettare così provano quello che noi poveri mortali facciamo quotidianamente.
Brava RAGGI.
Aurelio

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Felice

    L’ha detto prima del voto. Ha titubato ma finalmente ha mantenuto la promessa fatta agli elettori. In questo si è dimostrata coerente.

    Ora serve governare Roma con il pugno di ferro per farla uscire da una situazione che oserei definire da “malato terminale”.