Ricerca

» Invia una lettera

Caro “omino” dello spalaneve…

Generica 2020
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

4 Dicembre 2020

Buona sera,

capisco il disagio che si è generato oggi sulla provinciale Gallarate – Varese per via dell’autostrada chiusa in direzione Varese.
Vorrei solo fare una domanda, che in molti oggi come me si sono posti quando erano in coda verso casa e che mi auguro possa generare una riflessione costruttiva.

Da Cavaria fino a Varese alta (zona Bregazzana) ho incontrato ben 4 automezzi spala neve, che circolavano tutti con la pala sollevata, nonostante ci fosse il fondo stradale in condizioni pietose con neve anche di spessore che impediva alle auto di rimanere in carreggiata obbligandole a sbandare nei tratti dove la neve era più alta.

La domanda che sorge spontanea è: caro “omino” che guidi lo spalaneve, se il tuo compito è spostare la neve togliendola dalla strada per agevolare la viabilità e le condizioni che vedi indubbiamente anche tu, ti “urlano” di farlo, perché non abbassi quella dannata pala di cui ti hanno dotato e che potrebbe migliorare se non addirittura  risolvere il disagio nella tua corsia?

Hai paura di consumare il ferro sull’asfalto o stai solo circolando per conteggiare i km percorsi di cui chiederai il compenso?

Saluti, Andrea Bortolozzo

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Alberto Gelosia
    Scritto da Alberto Gelosia

    Qualcuno affermava che:
    “a pensare male si fa peccato, ma di solito ci si azzecca”.

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.