Ricerca

» Invia una lettera

Ispra, “Attenti alla manutenzione ma non possiamo intervenire su aree private”

Ispra
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

15 Gennaio 2017

Buongiorno Arch. Miradoli,
leggo la sua mail e non posso che condividere con Lei il disappunto e l’amarezza nel constatare l’inciviltà di alcune persone che, come fotografato, non comprendono l’importanza della collaborazione di tutti per una corretta gestione della raccolta dei rifiuti.

Le immagini allegate alla sua lettera si riferiscono ad una area di proprietà privata e raccontano il comportamento di chi abusivamente espone nei giorni sbagliati il materiale, non rispettando il calendario per la raccolta dei diversi tipi di rifiuti. I proprietari dell’area sono già stati diffidati tanto che, come da Lei indicato, la situazione era migliorata. Va detto che il problema, nella parte di territorio da Lei focalizzato, è acuito dalla presenza preponderante di seconde case, prevalentemente adibite a case vacanze. In ogni caso, lo sforzo dell’Amministrazione comunale è volto alla risoluzione del problema.

A tal proposito, infatti, è importante ricordare l’impegno del Comune sul tema della raccolta differenziata, introdotta da anni e che vede Ispra tra le realtà più virtuose di tutta la Provincia di Varese con una differenziazione del 70%. Non solo, proprio da poche settimane è iniziata la fase sperimentale per la raccolta a tariffazione puntuale. E grazie ai sacchi dotati di microchip potranno essere tracciati e ulteriormente ridotti fenomeni come quello da lei denunciato.

In merito all’illuminazione e alla manutenzione stradale, l’area che lei descrive è di proprietà privata e gode di un regime di gestione particolare in quanto oggetto di convenzione. Per questo gli uffici comunali competenti stanno lavorando per migliorare la situazione attraverso l’interlocuzione con la proprietà. E ancora, per quanto riguarda lo stato degli arbusti e degli alberi, sono stati più volte sollecitati i soggetti privati proprietari delle aree oggetto delle sue segnalazioni, comunque, la problematica relativa alla perdita sulla tubazione principale è già stata risolta.

Infine, senza voler alimentare ulteriori polemiche, ritengo le sue affermazioni e parallelismi geografici inopportuni, irrealistici e assolutamente fuori luogo, per di più offensivi nei confronti di tutte le realtà citate.
Le ricordo che l’Amministrazione è a disposizione per ogni chiarimento e necessità.

Cordiali saluti
Melissa De Santis
Sindaco di ispra

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. carlo_colombo
    Scritto da carlo_colombo

    Penso che la “fregatura” dei sacchi dotati di microchip stia nel fatto, come purtroppo succede, che cittadini che si credono furbi, per non pagare o pagare meno, porteranno o getteranno i loro rifiuti nei comuni vicini intasando i bidoni posizionati nelle strade. Vedere ad esempio a Varese in viale Belforte di fronte alla Banca Popolare di Sondrio.

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.