Quantcast

Ricerca

» Invia una lettera

Vorrei essere come i bambini

giochi varie bambini
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

28 Settembre 2020

E’ arrivato un virus e gli ha stravolto la vita, le abitudine, gli ha tolto le loro passioni, gli amici, gli impegni, i diritti e i doveri.

Gli abbiamo detto che non potevano più uscire e li abbiamo visti trovarne gli aspetti positivi, gli abbiamo detto che non potevano vedere parenti e amici e loro hanno imparato a fare le video chiamate, niente più scuola ed eccoli alle prese con la didattica a distanza.

Dopo lunghi mesi, finalmente possono uscire ma, con molti però, dovranno indossare la mascherina, non potranno abbracciare o baciare gli amici e li abbiamo visti salutarli con entusiasmo e abbracciarli con la schiena.

Finalmente pian piano hanno potuto abbassare la mascherina e si sono potuti avvicinare alle persone più care, ma i loro occhi continuavano a chiedere conferma sul fatto che stessero rispettando le regole .

E’ arrivato settembre e con lui la scuola, li abbiamo visti tutti in fila con il viso nascosto, gli occhi pieni di paura ma anche di voglia di tornare alla normalità e in una settimana hanno imparato tutte le norme di sicurezza previste dalla scuola. Per alcuni però, c’è stata una nova interruzione, un caso positivo in classe li ha fermati di nuovo. Tanta la rabbia e la paura, ma dopo un giorno eccoli di nuovo a fare lezione online, pronti per fare un tampone che li riporti alla quotidianità, consapevoli che tutto si possa fermare presto di nuovo.

Allora sai che vi dico, io voglio imparare da questi bambini eroi, loro hanno dimostrato come si rispettano le norme, come si rispettano le persone, come ci si modella su nuove abitudini, come ci si comporta all’interno di una società. Loro sono stati gli unici che non hanno puntato il dito, non hanno cercato colpevoli, non hanno discriminato ma ci hanno insegnato come vivere circondati dalla paura e da persone che mostrano i loro lati peggiori.

Vittoria Paolini, Varese

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Felice

    I bambini sono molto più resilienti degli adulti che al contrario, bloccati anche da pregiudizi psicologici e schemi comportamentali e sociali oramai assodati, tendono a vivere la minima difficoltà anteponendo un muro ideologico.
    Sul fatto di indossare le mascherine a scuola le maggiori proteste sono arrivate proprio dai genitori e non dagli studenti….il che è tutto dire su quale sia la vera causa dei problemi.