Saronno, il Collettivo Adespota protesta contro sgomberi e coprifuoco

21 Ottobre 2020

Sono arrivati in una trentina alle 18, si sono sistemati davanti alla stazione di Saronno con uno striscione e hanno distribuito volantini ai passanti per poi urlare le proprie ragioni nel megafono.

Si è svolto per lo più pacificamente il presidio organizzato dal Collettivo Adespota, il gruppo anarchico protagonista dell’occupazione lampo dello stabile di via san Francesco, sgomberato nella mattinata di martedì 20 ottobre dopo il blitz di tre giorni prima.

Sotto gli occhi di un ampio dispiegamento di forze tra polizia e carabinieri, gli antagonisti hanno ribadito la propria linea, già evidenziata in un comunicato post sgombero, scandendo slogan col megafono.

Qualche problema al traffico nella zona e qualche momento di tensione solo intorno alle 19, quando i manifestanti hanno tentato di spostarsi verso il centro città. Gli anarchici sono stati subito fermati dalle forze dell’ordine che in tenuta antisommossa hanno circondato il gruppo bloccando ogni uscita dalla stazione, sia lungo via Cantore, sia verso piazza San Francesco.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.