Fiab compie 30 anni e si confronta con la città

Fiab Ciclocittà festeggia il traguardo confrontandosi con l’amministrazione sullo “stato dell’arte” della mobilità ciclistica

30 anni di fiab

30 anni vissuti “sui pedali”, e non solo metaforicamente: Fiab Ciclocittà Varese compie trent’anni e ha festeggiato il traguardo non solo raccontando la propria storia, ma confrontandosi con l’amministrazione sullo “stato dell’arte” della mobilità ciclistica in città.

Galleria fotografica

30 anni di fiab 4 di 16

Per questo, sabato mattina 5 maggio, i soci storici di Fiab Varese, e in particolare il presidente Leonardo Savelli, si sono confrontati con l’assessore all’ ambiente, benessere e sport del comune di Varese Dino De Simone, che nel pomeriggio, insieme al collega Andrea Civati (assessore all’Urbanistica con delega, tra le altre, alla Mobilità), ha accompagnato gli “amici della bicicletta” in un giro su due ruote per Varese.

UNA MAPPA PER SCOPRIRE LA “VARESE CICLABILE”

I trent’anni di Fiab Ciclocittà sono stati anche l’occasione per mettere nero su bianco lo status quo: con la realizzazione di una mappa tematica che riporta tutte le piste ciclabili presenti a Varese. Un punto di partenza, uno stimolo per capire come migliorare la situazione. 

30 anni di fiab

«Il “ritardo culturale” che gran parte d’Italia sconta per quanto riguarda la mobilità attiva a Varese è evidente – ha spiegato Leonardo Savelli – ma noi non ci facciamo abbattere, e continuiamo la nostra battaglia locale in rete con le sezioni Fiab nazionali, per trovare sempre nuove strade che favoriscano l’abbandono dell’auto».

30 anni di fiab

Per questo la mappa riporta non solo i punti praticabili, ma anche le “istruzioni per l’uso” della bicicletta in sicurezza, soprattutto in città.

BICI IN CITTA’: IL CONFRONTO CON IL COMUNE

Dino De Simone, da assessore alla mobilità, ha riportato le idee della giunta di Varese sul tema “bici urbana”: «La bicicletta è un mezzo di trasporto efficace ed efficiente, un modo di muoversi in la città rispettoso dell’ambiente, dello spazio urbano, di sé e degli altri. È una scelta intelligente, che un Comune attento non può che impegnarsi ad incentivare. Il progetto “Varese si Muove”, che è la messa in pratica delle idee dell’attuale Amministrazione, va proprio in questa direzione, ma non solo. Stiamo lavorando a diversi bandi di finanziamento sul tema, per riuscire a realizzare progetti anche ambiziosi, come la Ciclovia dell’Olona: un progetto interreg, in collaborazione con la Svizzera e con tanti enti lungo tutto l’asse del fiume, che permetterebbe di ampliare le iniziative legate, ad esempio, al bando ministeriale che ci siamo appena aggiudicati per i percorsi casa-lavoro e casa-scuola. Vogliamo lavorare anche sull’incentivo alle biciclette elettriche, per sconfiggere l’obiezione su “troppi saliscendi” tipici del nostro territorio».

30 anni di fiab

IL VICESINDACO A SORPRESA: “SONO UN CICLISTA OSTINATO”

Daniele Zanzi, vicesindaco, è intervenuto “a sorpresa”: «Da ciclista ostinato, mi rendo conto che ci sono tante piccole cose da fare, dalla segnaletica dedicata alle bici ad azioni più culturali».

“VARESE SI MUOVE”: IL SI DELLA FIAB

Varese si Muove, il piano della mobilità del comune di Varese, al centro di dure polemiche nei mesi scorsi, è invece apprezzato da Fiab: «Pensiamo sia una buona iniziativa – spiega Savelli – ma c’è ancora tanto da fare, e la mappa che abbiamo presentato oggi lo dimostra. Le piste ciclabili, eccezion fatta per quella che gira intorno al Lago, sono poco più che un simbolo. Pochi metri tracciati senza un vero sistema in testa. Stiamo aspettando che venga attuata quella tra le stazioni, la stazione di Casbeno e la zona di Capolago: lì sì che si farebbe un passo avanti».

«Del resto – concludono gli attivisti Fiab – il paradigma dell’auto che non si può toccare è destinato ad essere sconfitto dai fatti. Un po’ come il fumo nei ristoranti: sembrava fosse intoccabile, invece è stato realizzato con grandi benefici per tutti».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 maggio 2018
Leggi i commenti

Galleria fotografica

30 anni di fiab 4 di 16

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore