Radio Aurora si trasforma: “ripeterà” il segnale di Radio Number One

La storica emittente ha cambiato assetto societario. Il segnale dell’emittente bergamasca già “copre” buona parte della Lombardia

Nasce nel 1977 l’emittente più longeva della provincia varesina, dalla passione di giovani amici amanti del rock ed del blues americano. Erano i giorni delle prime radio libere italiane e un trasmettitore militare, arrivato da Livorno, rese possibile il sogno. Qualche valvola da cambiare, un paio di test, un’antenna sul monte Orsa, sopra Viggiù, e il gioco era fatto: iniziarono così le prime, incerte ma piacevoli trasmissioni di Radio Aurora (nella foto la sede attuale). Il pubblico gradiva e presto arrivò il consenso e la forte identificazione col territorio: la Valceresio. Proprio il territorio è da sempre il vantaggio dell’emittente con sede ad Induno Olona. Chi abita Arcisate, Bisuschio, Besano e via sino a Porto Ceresio e Ponte Tresa, sa bene quanto sia difficile la ricezione di altre emittenti in questa valle e nelle vicine Valganna e Valmarchirolo. Radio Aurora, a differenza della quasi totalità delle emittenti ascoltabili a Varese e provincia, non trasmette dall’affollato tetto dell’Albergo al Campo dei Fiori e questo ne spiega, in parte, il successo che dura sino ad oggi.

Dallo scorso dicembre uno dei due soci varesini, Domenico Sicilia, è andato in pensione rinunciando alla suo quota. Ora Radio Aurora appartiene ad Alessandro Rocchi, altro socio storico, e al Gruppo Radio Number One di Bergamo, da alcuni anni proprietario di un terzo della società. La conferma arriva anche dall’Rds di Radio Audora: il “sistema dati radio” che permette a chi ascolta di vedere il nome dell’emittente sul proprio ricevitore casalingo o in automobile,  alterna al marchio dell’emittente indunese anche quello di Radio Number One. Questa emittente regionale già fa squadra con Radio Bergamo, Radio Mille Note e Video Bergamo.

Nei prossimi mesi Radio Aurora (nella foto sotto gli studi) ripeterà, per tutto il pomeriggio, il segnale dell’emittente bergamasca che già “copre” buona parte della Lombardia. La mattinata rimarrà invece appannaggio dei consueti programmi e conduttori, tutt’oggi in forze nello staff.

I più affezionati temono che questo sia il primo passo verso la scomparsa di una delle ultime radio locali libere e indipendenti sul nostro territorio. Non abbiamo conferme al riguardo ma è comprensibile che l’ottimizzazione delle risorse porti presto Radio Aurora ad essere “assorbita in toto” dal gruppo editoriale bergamasco. Varese si avvia quindi a perdere un’altra radio, con quel forte sapore di territorio locale di cui ci si accorge sempre e solo quando questo viene a mancare.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 gennaio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore