InContemporanea: arte per una città sostenibile

Da venerdì 11 a domenica 13 maggio alla Triennale in mostra le associazioni noprofit che operano nel campo della produzione artistica e culturale

Tre giorni per scoprire molte delle cose interessanti che Milano produce in tema di arte contemporanea e sperimentazione artistica. La manifestazione si chiama Incontemporanea/Numero Uno e si svolgerà da domani, venerdì 11 maggio fino a domenica 13 alla Triennale.

Protagoniste le associazioni no profit di Milano che si occupano di arte e di sperimentazione nel campo della cultura visiva contemporanea, riunite per offrire al pubblico la possibilità di conoscere, attraverso un’unica vetrina espositiva, il loro lavoro di ricerca.

Quindici le associazioni presenti – aMAZElab, artandgallery, Assab One, Atelier Spazio Xpò, C/O careof, esterni, FreeUndo, Isola Art Center, Museo Teo, Neon, O’Artoteca, Reporting System, Viafarini, Wurmkos, Xing – che illustreranno il proprio lavoro, proponendo progetti, opere ed installazioni di artisti selezionati accanto ad un fitto calendario di eventi, come concerti, performances e convegni che ruoteranno attorno al tema della città sostenibile.

Tra le diverse proposte delle associazioni, AssabOne è presente con "Buzzbox": una piccola casa in legno dove il visitatore è invitato a lasciare commenti su mostre, luoghi cittadini d’interesse e strategie di sopravvivenza urbana, che verranno registrate e inserite in una mappa dinamica della città che al termine dei tre giorni formerà un documento utilizzabile online, una sorta di guida prodotta dalla città per la città.

Wurmkos ha realizzato "Wurmkoskammer" , una installazione composta da armadi che diventano stanze, ambienti delle "curiosità", nei quali si può camminare, conversare, sentire odori lungo un percorso, mentre Atelier Spazio Xpò presenta "APT – We are here, Xpo’" , un ipotetico ufficio dell’Azienda di Promozione Turistica, provvisto di un punto informazioni e di hostess che indicano percorsi ragionati di opere di strada e luoghi significativi per la cultura urbana, indicando nella città stencil, stikers, installazioni urbane, nuovi linguaggi espressivi e luoghi alternativi alla galleria.

Numerosi sono i progetti presentati, compiuti o in fase di realizzazione, come "Drafting Emotions" , ideato da Gennaro Castellano, in collaborazione con Reporting System e InCulture, strutturato come un work in progress: sono state scelte due classi di scuola superiore di Milano e Amburgo che, attraverso stesse attività scolastiche e una serie di happening organizzati in giro per la città, si comportano come una redazione e un collettivo di progettazione per la realizzazione di un giornale e di un video che documentano il lavoro svolto.

Nel corso delle tre giornate si terranno alcuni appuntamenti di confronto e dibattito, come "L’arte pubblica è sostenibile? ",  e "Artmakers-Produrre l’arte oggi in Italia".

Sabato 12 maggio alle 18.00, si terrà la performance "Arriverà e ci coglierà di sorpresa" di Francesca Grilli. La memoria è al centro di questo progetto, che unisce suggestioni personali con immagini collettive: il ricordo di serate emiliane, di feste, di musiche suonate e danzate, di balli interminabili. Gesti e atmosfere che attraverso l’interpretazione di due ballerini attempati rivendicano l’avanzare del tempo, il trasformarsi della vita, delle forze, delle apparenze. Una performance  che indaga il tema della vecchiaia, ne riscopre il fascino e ne celebra la fragilità e la bellezza..

Numero Uno chiuderà domenica 13, con una conferenza-concerto dal titolo "La musica libanese fra tradizione e modernità", con la professoressa Manuela E.B. Giolfo (musicologa, docente di Lingua e Letteratura Araba presso l’Università degli Studi di Torino) che introduce il gruppo musicale arabo Ensemble Takht Cham. Infine, il video-designer Claudio Sinatti e il musicista Stephan Mathieu presenteranno in anteprima la loro collaborazione "Carrillon sessions", uno spettacolo mix-mediale che vede suono e immagini generati in tempo reale.

InContemporanea/Numero Uno 11 – 12 – 13 maggio 2007
Orari: venerdì dalle 10.30 alle 20.30, sabato e domenica dalle 10.30 alle 23.00 – ingresso libero

Triennale di Milano
Viale Alemagna 6, Milano
Informazioni al pubblico: tel. 02 7740.6341
www.incontemporanea.it
www.provincia.milano.it/cultura

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 10 Maggio 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.