Harry Wu al Teatrino di via Sacco

L'attivista cinese per i diritti umani passerà a Varese per presentare il suo libro, "Contro rivoluzionario. I miei anni nei gulag cinesi"

Dopo il grande successo riscontrato a Gallarate e poi a Varese (in Palazzo Estense) chiude questo sabato, 26 gennaio, la mostra "Il dramma dei Laogai nella Cina olimpica". L’evento di chiusura si svolgerà alle 20 al Teatrino di via Sacco, con la presentazione del libro "Contro rivoluzionario. I miei anni nei gulag cinesi". Saranno presenti l’autore Harry Wu e il presidente della Laogai Research Foundation Italia, Toni Brandi.

Il professor Harry Wu è un attivista per i diritti umani nella Repubblica Popolare Cinese. Ora residente e cittadino degli Stati Uniti, Wu ha trascorso 19 anni nei campi di lavoro cinesi, che poi ha fatto conoscere col termine "laogai". Proprio per una presentazione del suo libro a Roma, nel 2006, era stato vittima di un’aggressione da parte di alcuni attivisti dei Centri sociali.

La serata sarà aperta da un intervento del Sindaco di Varese Attilio Fontana. Subito dopo è previsto il monologo dedicato alla Giornata della Memoria "Etty Hillesum, cercando un tetto a Dio".

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 25 Gennaio 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.