Il Cardinale Karlic conforta i malati terminali

L'alto prelato, ex presidente della Conferenza episcopale Argentina, ha visitato ieri l'Hospice dell'ospedale cittadino

Il cardinale Stanislao Stefano Karlic, arcivescovo emerito del Paranà e già presidente della Conferenza Episcopale Argentina, ha visitato venerdì pomeriggio l’ospedale di Busto Arsizio.

L’alto prelato, accompagnato da monsignor Claudio Livetti, è stato accolto dal direttore generale dell’Azienda Ospedaliera Pietro Zoia nella Biblioteca medica del presidio. Lì il cardinale ha firmato il registro storico e ha chiesto di portare il proprio saluto ai degenti.

Il porporato è stato condotto nel reparto inaugurato più recentemente – nel dicembre scorso – che è anche quello che ospita le persone più sofferenti: l’Hospice per i malati terminali, sito nel padiglione Bizzozzero.

Il cardinale Karlic ha voluto portare il suo conforto ai ricoverati, ai famigliari e anche al personale che con tanto impegno e umanità cura e assiste chi sta vivendo l’ultima fase della vita.
La visita si è conclusa con una breve benedizione nella Cappella dell’ospedale, dove ha incontrato il cappellano del presidio don Peppino Colombo.

Nella foto: da sinistra il direttore medico dell’ospedale Giuseppe Brazzoli, il direttore generale dell’Azienda Ospedaliera Pietro Zoia, il cardinale Stanislao Stefano Karlic, la caposala Rita Maimone, il professor Vittore Malacrida, ex primario del Laboratorio, il responsabile dell’Hospice dott. Valter Reina e monsignor Claudio Livetti.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 26 Gennaio 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.