L’aria del Sacro Monte gonfia il petto alla nuova Cimberio

Si è aperta con la salita a piedi al Santuario la nuova stagione biancorossa. Gruppo al completo, americani compresi. Reid: "Gioco dove mi mette il coach". Childress: "Quando Pillastrini chiama, io rispondo"

Sarà stata la necessità di redimere un’annata disastrosa, sarà stata la voglia di ricominciare, sarà stata la bellezza del luogo e del paesaggio circostante. Fatto sta che la salita al Sacro Monte a piedi, curioso e originale modo per iniziare la stagione sportiva (risale a una tradizione iniziata nella seconda metà degli anni Novanta e poi interrotta chissà perchè), è stato preso in modo simpatico dalla truppa della Pallacanestro Varese che ha dato via con questa camminata al nuovo anno. Con alcune decine di tifosi al seguito, armati di buona volontà e di macchina fotografica per cogliere un sorriso di Arizona Reid o un saluto di Marchino Passera, i giocatori della Cimberio si sono arrampicati su un sempre maestoso viale delle cappelle alla spicciolata, seguendo il solco del preparatore atletico Cecco Lenotti che medita seriamente di riportarli a correre sui ciottoli nei prossimi giorni, prima di salire per il ritiro a Druogno.

Galleria fotografica

La Cimberio al Sacro Monte 4 di 13

Già, Arizona Reid: se dell’altro americano Childress conosciamo tanto, di lui non sappiamo quasi nulla. Per questo gli occhi di tifosi, compagni di squadra e giornalisti si sono posati su questo ragazzo del South Carolina che in cima ha candidamente ammesso di non essere mai stato in montagna ma è contento della scarpinata perché «sono qui per imparare e conoscere cose nuove». Quando gli viene chiesto qual è il ruolo prediletto in campo, Arizona scuote le treccine rasta e ride: «Quello dove mi fa giocare il coach. Faccio un po’ di tutto: tiro, difendo, se serve andare a rimbalzo mi butto. Il termine giusto è all-around, io sono un po’ così».
E coach Pillastrini controfirma l’affermazione: «Vero: Reid sa fare tante cose. Magari non ha una specialità particolare ma tira bene, dà energia alla squadra e via dicendo». Sulle perplessità del reparto lunghi, "Pilla" risponde così: «Potevamo puntare su chi ha già dato il meglio nel passato per la nostra panchina. Invece abbiamo scelto chi ha le potenzialità per dare il meglio nel futuro: Martinoni e Antonelli hanno margini di crescita interessanti, cercheremo di tirare fuori tutte le loro qualità».

Proprio i giovani sono quelli che più spesso nominano l’allenatore romagnolo. Martinoni lo ha già avuto in nazionale («e già allora mi chiedeva di migliorare il suo impatto in area»), Antonelli è lusingato per la scelta, Lollo Gergati è convinto di poter migliorare anche in regia, con il tecnico a spiegare dalla panchina e con Passera e Childress a dimostrare in campo.
Già, Randy Childress: l’attesa per Reid non deve far dimenticare il nocchiero della squadra. L’ex casertano, alla scoperta di Varese di cui
«so ancora poco, sono appena arrivato», spiega così il rapporto con Pillastrini. «Tra noi c’è grande rispetto reciproco. Quando ha saputo che avevo risolto il contratto mi ha chiamato e mi ha chiesto se volevo giocare ancora per lui. E ora sono qui».
Sul Sacro Monte e sulla tavolata biancorossa, apparecchiata davanti a una visuale da brividi inizia a farsi buio. Capitan Galanda, posto d’angolo per avere tutti sotto controllo, fa i saluti di rito. Poco più in là è già tempo dei cori dei tifosi. La brezza che lambisce il santuario serve a soffiar via le scorie di un’annata terribile: ci vuole aria nuova. Qui in cima l’abbiamo trovata: ora è tempo di riempirsi i polmoni e cominciare a correre. Varese, in A2, proprio non ci può stare.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 agosto 2008
Leggi i commenti

Galleria fotografica

La Cimberio al Sacro Monte 4 di 13

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore