Tiro al piattello, miniera d’argento

Dopo il secondo posto di Pellielo, arriva quello di Francesco D'Aniello nella specialità del "double trap". Giornata negativa per gli altri azzurri

Un pianto felice e a dirotto, la dedica al figlioletto «a casa, a giocare con le ruspe», l’ennesimo volto sconosciuto dello sport italiano che sale sul podio. È emozionante vedere la gioia di Francesco D’Aniello, fuciliere laziale che nella specialità "double trap" del tiro a volo ha vinto l’argento. Dopo il secondo posto di Giovanni Pellielo nel "trap" ecco dunque un’altra medaglia dai "piattelli" a conferma di un movimento che pochi conoscono ma che si fa sempre valere.

E la medaglia di D’Aniello, campione mondiale 2007 ma non primo favorito alla vigilia dei Giochi dove era all’esordio, sarebbe potuta essere anche d’oro se sulla sua strada non fosse giunto il giovane americano Eller capace di piazzare il record olimpico sia in qualificazione (145) sia in finale (190/200). Troppo anche per il 187 ottenuto da D’Aniello che è stato bravo a respingere l’assalto del cinese Hu, fermatosi al terzo gradino del podio.

L’argento del portacolori delle Fiamme Oro salva una giornata olimpica poco brillante per i colori azzurri.
La delusione maggiore arriva dalla scherma dove nella sciabola individuale svaniscono presto i sogni di Montano, Tarantino e Occhiuzzi, tutti eliminati prima delle semifinali.
Male – contro i pronostici – anche le nazionali di pallavolo e pallanuoto, fermate entrambe dalle squadre Usa. Fuori nel judo anche il veterano Pino Maddaloni, oro a Sydney.
I sorrisi arrivano da Federica Pellegrini, qualificatasi alla finale dei 200 stile libero (alle 4 di mercoledì mattina) e dalla canoa fluviale in cui il friulano Molmenti passa in finale.
 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 agosto 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore