Zona industriale di Sacconago, Farioli a colloquio con Univa

Faccia a faccia presso la sede bustocca dell'associazione di categoria. Gli imprenditori chiedono interventi su viabilità e servizi: il sindacosi recherà presto in visita presso i produttori insediati nella zona

La zona industriale di Sacconago al centro di un incontro fra rappresentanza dei produttori e sindaco presso la sede di Busto Arsizio dell’Unione degli Industriali della Provincia di Varese (Univa). Si tratta di uno dei periodici incontri con l’Amministrazione Comunale riguardo la valorizzazione di questa importante area industriale, tra le più vaste del Paese.
Oltre a numerosi rappresentanti di imprese già insediate nell’area, erano presenti il Sindaco Gigi Farioli, il Vice Sindaco Gianpiero Reguzzoni, il Direttore dell’Unione Industriali Vittorio Gandini e il Responsabile della Sede bustese della stessa, Elvio Mauri.
Nel suo intervento introduttivo, il Sindaco Farioli ha svolto un’ampia disamina dei problemi sul tappeto inquadrandoli nella prospettiva di sviluppo dei collegamenti a servizio dell’area industriale. Una necessità, questa, che viene ormai ampiamente riconosciuta anche dalle province di Varese e di Milano e dalla Regione Lombardia, trattandosi qui di uno dei più importanti poli produttivi e crocevia dei traffici commerciali, in posizione molto favorevole, all’intersezione tra le importanti direttrici Nord-Sud (Rotterdam-Genova, via traforo Gottardo-Alptransit) e Ovest-Est (Lisbona-Kiev, via traforo TAV sulla Lione-Torino).

Pur dando atto delle buone prospettive di sviluppo dell’area industriale e, di conseguenza, del miglioramento prevedibile delle condizioni di lavoro per le imprese insediate, nel corso della riunione non si è mancato di soffermarsi sui problemi esistenti: su tutti, viabilità e servizi.
Sostanzialmente tre gli argomenti trattati nel corso dell’incontro: le problematiche relative alla circolazione di uomini e mezzi; la modifica, recentemente adottata dal Comune di Busto Arsizio, della convenzione-tipo per l’assegnazione di aree in zona; il Centro Servizi (mensa centralizzata per i collaboratori aziendali, sportello postale, sportello bancario, struttura ricettiva per clienti e fornitori, rimessaggio per i mezzi pesanti, eventuale scuola materna per i figli dei dipendenti, ecc.).
Farioli e Reguzzoni hanno diffusamente spiegato l’attuale situazione e le idee e i progetti per migliorare la viabilità, in particolare soffermandosi sui lavori di realizzazione di una nuova rotatoria fra le vie Sicilia, Amendola, Marco Polo, e Monte Grappa e la sistemazione dello svincolo di via Piombina, opere che saranno appaltate entro l’anno.
Nel corso della riunione, il Sindaco ha proposto la creazione di un gruppo di lavoro informale che abbia il compito di proporre suggerimenti ed osservazioni per rendere più efficienti gli interventi dell’Amministrazione Comunale nel settore della circolazione stradale.
Anche per il Centro Servizi, è stato chiesto il contributo fattivo degli imprenditori per proporre soluzioni ed osservazioni che, all’interno delle linee guida dettate dal Comune, permettano di meglio comprendere quanto possa servire a tutti coloro che vivono e lavorano nella Zona Industriale. Con soddisfazione di tutti gli intervenuti, l’incontro è stato chiuso dalla notizia che il Sindaco in persona, accompagnato da Assessori e dirigenti competenti, si recherà nelle prossime settimane in zona industriale per un sopralluogo onde meglio comprendere il livello delle aspettative e i suggerimenti degli operatori.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 27 Ottobre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.