Bambini del prescuola accolti dall’assessore

In tempi di risparmi, l'assessore si ricicla e diventa "bidello" per aprire la scuola e accogliere i bambini che arrivano alle 7.30

Giuseppe D'Aquaro C’è chi serve alla mensa e chi apre la porta. Dopo il caso del sindaco di Comerio che per un anno ha servito alla mensa dell’elementare comunale, un altro amministratore veste i panni del “bidello” per accogliere i bambini del prescuola della primaria di Villadosia. Succede a nella frazione di Casale Litta dove, da ieri martedì 8 gennaio, l’assessore alla pubblica istruzione Giuseppe D’Aquaro apre la scuola, accende le luci e accoglie gli scolari sin dalle 7.30: «I Lavoratori Socialmente Utili che gestivano il doposcuola fino ad oggi non sono più disponibili –  spiega l’Assessore D’Aquaro – abbiamo fatto richiesta già da tempo di ottenere un’ulteriore unità, ma ancora non ci è stata assegnata. Per il momento tamponiamo l’esigenza impegnandoci in prima persona».

«Le limitazioni che ci impediscono di assumere ulteriore
personale rendono indispensabile l’utilizzo di LSU – argomenta il Sindaco di Casale Litta Graziano Maffioli – Grazie al loro impiego siamo riusciti a risparmiare ventiduemila euro tra manutenzione del verde pubblico e pulizie che le passate amministrazioni affidavano a ditte esterne, consentendoci di ridurre le spese fisse. La presenza sul territorio di una farmacia a gestione comunale inoltre impegna ulteriore personale tra farmacista e collaboratori, costringendoci ad adattare i dipendenti in ruoli non loro per far fronte alle esigenze dettate dalle prossime elezioni politiche e regionali».

In tempi di crisi e di penuria, si riscopre il valore della politica “al servizio del territorio”. Un servizio che inizia alle 7.30

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 09 Gennaio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.