Neonato abbandonato in auto, arrestata la madre

Il piccolo, in grave stato di ipotermia, è stato soccorso e trasportato in ospedale. La donna è stata identificata e interrogata dalla polizia cantonale

Era stato abbandonato sui sedili di un’auto a Lugano, avvolto in una busta di plastica. Il neonato, di circa tre settimane, è stato trovato nella serata di mercoledì 16 gennaio dalle forze dell’ordine giunte sul posto su segnalazione dei vicini di casa. Le sue condizioni sono apparse da subito preoccupanti a causa di un grave stato di ipotermia ma grazie all’intervento dei soccorsi, i sanitari della Croce verde di Lugano, è stato possibile prestare le prime cure al piccolo e le sue condizioni sono ora in costante migliaramento. 
Nella mattinata di oggi il Ministero Pubblico e la Polizia Cantonale hanno confermato alcuni dettagli. Sul posto è intervenuta la sezione Reati contro le Persone (RIP) della Polizia giudiziaria, la Polizia scientifica ed il Reparto Mobile Sottoceneri. La madre del neonato, subito identificata, è stata interrogata ed arrestata. L’inchiesta è coordinata dalla Procuratrice Pubblica Marisa Alfier.  

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 18 Gennaio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.