Scippo al parcheggio del supermarket, arrestato quindicenne

I fatti risalgono allo scorso settembre quando un'anziana venne strattonata dal giovane, ora condotto al carcere minorile

carabinieri cuvioE’ stato arrestato dai carabinieri della Stazione di Cuvio un minorenne di 15 anni, residente a Cuveglio (VA), responsabile di furto con strappo ai danni di un’anziana donna.
I militari hanno notificato al giovanissimo, già noto alle Forze dell’Ordine, l’Ordinanza emessa a suo carico l’8 gennaio scorso dal Tribunale per i Minorenni di Milano, Ufficio del Giudice per le Indagini Preliminari.
I fatti che hanno originato l’emissione del provvedimento risalgono al 12 settembre dello scorso anno.
Verso le 17.30 di quel giorno, infatti, nel parcheggio seminterrato di un rinomatissimo centro commerciale di Cuveglio, un’anziana donna, dopo aver fatto gli acquisti mentre era intenta a rientrare usando un sottopassaggio a piedi alla propria abitazione, veniva avvicinata da un giovane, che le strappava, con violenza, la borsa dal braccio, facendole perdere l’equilibrio e rovinare a terra.
L’anziana donna, oltre alla comprensibile paura, riportava una contusione cranica con ferita lacero – contusa, contusioni al gomito e all’anca sinistra, con una prognosi di gg.10.
Le indagini, condotte subito dai carabinieri della Stazione di Cuvio consentivano da subito di identificare, oltre all’autore del furto, ovvero il 15 enne, anche i due potenziali complici, anch’essi minorenni (uno dei due è diventato maggiorenne da alcuni mesi). Una vera e propria banda di minori organizzata per quel reato.
Grazie alla collaborazione della vittima e di due testimoni, veniva raccolta una precisa descrizione del malfattore. Gli ulteriori riscontri raccolti dalla visione delle immagini registrate dai sistemi di videosorveglianza, consentivano l’identificazione certa del malfattore e di raccogliere inconfutabili indizi di colpevolezza a carico del 15 enne, nella qualità di autore materiale del reato. Le attività di indagine inoltre avevano evidenziato una non trascurabile convinzione di farla franca, infatti il reo pubblicamente con diverse persone del posto si era vantato che, essendo minore, le Forze dell’Ordine non potevano fargli niente.
Le risultanze emerse venivano compendiate dai carabinieri di Cuvio in una informativa di reato trasmessa al Tribunale per i Minorenni di Milano.
L’Autorità Giudiziaria, concordando con le risultanze investigative dei militari, e ravvisando gravi indizi di colpevolezza, riconosceva l’esigenza di adottare a carico del minore idonea misura cautelare, adeguata a scongiurare il pericolo di una reiterazione del reato.
L’8 gennaio scorso l’Ufficio del Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale per i Minorenni di Milano emetteva pertanto a carico del 15 enne l’Ordinanza, che disponeva la misura cautelare del collocamento in idonea struttura comunitaria.
La misura è stata eseguita nella mattinata dai carabinieri di Cuvio.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 12 Gennaio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.