Uno sciame di meteore brilla nel cielo? Sono le Geminidi

Il 13 dicembre occhi puntati al cielo notturno. Centinaia di piccole meteore entreranno nella nostra atmosfera illuminandola per qualche secondo

Stiamo entrando nel periodo delle stelle cadenti. Luca Buzzi, ricercatore dell’osservatorio astronomico Schiapparelli, spiega questo spettacolare fenomeno. «Le Geminidi, che erroneamente indichiamo come stelle cadenti, sono in realtà i detriti di un antico asteroide chiamato Fetonte (o 3200 Phaethon) scoperto nel 1983 e secondo un recente studio della Nasa ancora attivo. Questo ammasso di roccia, che secoli fa fu una cometa, ha lasciato nei suoi innumerevoli passaggi attorno al Sole, una scia di detriti che ogni anno entrano nell’orbita della Terra disintegrandosi nell’atmosfera e producendo quell’effetto spettacolare che chiamiamo stelle cadenti».
Quest’anno il culmine delle Geminidi si avrà il 13 dicembre. «Anche se il periodo non è dei più adatti per mettersi in balcone ad osservare il cielo – continua Buzzi – le “stelle cadenti” invernali sono più luminose di quelle estive come le Perseidi o lacrime di San Lorenzo».
Le Geminidi prendono il nome dalla costellazione dei Gemelli, da cui proviene l’asteroide Fetonte. La costellazione dei Gemelli si trova proprio sopra a quella di Orione, facilmente riconoscibile dalle tre stelle allineate che ne compongono la cosiddetta cintura.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 dicembre 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore