Incidente nella metro di Mosca, 16 morti

Oltre 100 i feriti, soccorsi anche con elicotteri, come ha confermato il rappresentante del Governo Aleksander Drobischevskij

mosca incidente 2014Nella mattinata di oggi, 15 luglio, c’è stato un deragliamento della linea ferroviaria Arbatsko Porkovskaya della metropolitana di Mosca, tra le fermate “Parco della vittoria” e “Slavianski boulevard”. A mezzogiorno (ora italiana) il numero dei morti registrato è di 16 persone, con centinaia tra feriti lievi e più gravi, 108 persone sono già state ricoverate in dieci diversi ospedali della città. I numeri continuano però a salire, e, mentre gli accessi alle due fermate della metro sono stati interdetti al pubblico, “Per le vittime degli incidenti che devono essere ospitalizzati d’urgenza, sono stati mandati 4 elicotteri BK-117, due BO-105 un Mi-8 ed un Ka-32” ha detto al giornale moscovita “Interfax” Aleksander Drobischevskij, rappresentante del governo. Inoltre, più di 70 autobus e sette compagnie di taxi stanno fornendo aiuti gratuiti alla popolazione, è quanto riportato sempre dal giornale russo.
Il governatore della regione di Mosca si è infine espresso attraverso un comunicato stampa, dichiarando che “la regione farà tutto il possibile per dare ogni aiuto possibile e immaginabile alle persone colpite dall’incidente”. Intanto, su twitter impazzano aggiornamenti, dichiarazioni e testimonianze sotto l’hashtag: #авариявметро (incidente in metro).
E mentre il numero di vittime non è ancora quantificabile, c’è chi invece ha già deciso quanto spetterebbe alle loro famiglie: “2 milioni di rubli (circa 43.000 euro) per le famiglie dei morti, e 25.000 (circa 600 euro) per i funerali”, si legge su un comunicato stampa dell’associazione nazionale degli assicuratori, mentre 1 milione di rubli (circa 22000 euro), è quanto previsto per i costi di riparazione dell’apparato metropolitano della capitale.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 luglio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore