Giovani: va di moda l’abbuffata alcolica, molto meno il preservativo

Sono alcuni dei risultati del questionario Alcol Prevention Yeah 2015: nella serata evento di sabato sono stati interpellati in 285

Alcol Prevention Yeah

Alcol tanto ma non irresponsabile, guidatori designati mediamente ragionevoli, nessuna precauzione riguardo al sesso. Sono questi alcuni dei risultati del  questionario dell’Alcol Prevention Yeah 2015: nella serata evento di sabato DiscoBus ha infatti potuto interpellare 285 persone, 216 maschi e 69 femmine, che hanno pootuto indagare su alcuni comportamenti a rischio tra i giovani, tra cui il binge drinking, l’uso ed abuso d’alcol e stupefacenti alla guida e altri comportamenti a rischio. Tra le persone contattate la fascia d’età più rappresentatta è stata quella che va dai 18 ai 21 anni, la fascia dei neo patentati. Sono stati in tutto 100. Il campione è composto per il 51% da studenti, il 35% lavoratori, il 4% lavoratori e studenti, il 9% disoccupati (il 3% restante non è stato rilevato).

VA DI MODA L’ABBUFFATA ALCOLICA
Tra gli intervistati, sono solo 3 su 285 ad aver dichiarato di non aver mai consumato alcol in tutta la vita.

In compenso sono stati 214 i soggetti che hanno dichiarato di aver consumato alcol in quella stessa sera e tra coloro che non avevano ancora bevuto, 18 hanno dichiarato l’intenzione di bere nella serata. Attraverso il questionario. si inoltre è rilevata la pratica del “binge drinking” che consiste nell’assunzione di 4 bevande alcoliche (5 se sei un maschio) in un’unica occasione e in maniera continuativa (una vera e propria abbuffata alcolica): se il 51% degli intervistati non aveva mai aderito alla pratica, al 29% capita uno o due volte al mese e per il 10% è una pratica che va da uno- tre a 4 e più volte la settimana.

SI BEVE E SI GUIDA (MA NON TROPPO, IN FONDO)
Durante la serata, alle 285 persone contattate è stato chiesto “guidi stasera?”: quasi la metà, 124, ha dichiarato di dover guidare nella serata e 52 di loro  si sono sottoposti al test dell’etilometro:
Dei 41 guidatori che possedevano la patente B o speciale, con limite alcolemico del,50 g/l, 31 erano “in ordine”. Dei 10 soggetti che dichiarano di guidare e hanno un tasso alcolemico superiore al limite legale consentito, 6 sono solo poco più superiori e  4  hanno un tasso che va dai 0,80 a 1,50.
Tra gli intervistati 11 guidatori possedevano il patentino o la patente da meno di 3 anni:potevano essere definiti perciò neo patentanti e il loro limite è 0,00 g/l.: 5 di loro ne sono usciti “puliti”,  per sei di loro invece il tasso registrato c’era anche se inferiore al 0,5.
Durante la giornata dell’Alcol Prevention Yeah sono state inoltre effettuate 166 etilometrie: l’alcolemia media registrata anche se di poco, è stata nella norma: 0,48 g/l.

ALTRE CATTIVE PRATICHE:  IL PRESERVATIVO E’ UN OPTIONAL
Oltre al consumo di alcol e sostanze stupefacenti il questionario indagava anche qualche altro comportamento a rischio: Sesso non protetto, uso promiscuo di siringhe; uso promiscuo di altri materiali di assunzione. E’ stato poi chiesto agli intervistati se nella vita hanno mai fatto un test per HIV, epatite o altre malattie sessualmente trasmissibili.

Dal punto di vista della condivisione di droghe o siringhe, il risultato è stato confortante: nessuno aveva fatto uso promiscuo di siringhe. uno solo su 285 di altri materiali di assunzione.

Molto peggio però va alla questione “sesso e comportamenti a rischio”: dei 285  intervistati hanno dichiarato di avere fatto sesso non protetto in 157, 110 dei quali non hanno nemmeno fatto mai in vita loro un test per verificare malattie sessualmente trasmissibili.Del resto, sono solo 73 gli intervistati che hanno dichiarato di aver fatto un test, mentre il restante degli intervistati (212) non l’aveva fatto mai.

 

di stefania.radman@varesenews.it
Pubblicato il 30 giugno 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore