Alcol prevention yeah, ecco i vincitori

E' stato un successo, come ogni anno, il concorso per il miglior aperitivo al limite 0,5. A partecipare, 23 bar e locali di Varese

Alcol Prevention Yeah, i vincitori

Come è stato un successo la serata Alcol prevention Yeah è stato un successo anche il concorso per il miglior aperitivo al limite 0,5. A partecipare, 23 bar e locali di Varese: l’impegno era di creare cocktail di alta qualità, ma che rispettassero il limite di alcol consentito dalla legge per mettersi alla guida di un veicolo. Un impegno rispettato con creatività e fantasia, creando una gara che è stata giudicata da una giuria composta da esponenti di ASCOM, Confesercenti, Agenzia Formativa della Provincia di Varese, Istituto alberghiero “De Filippi”e Slow Food, Aibes, Onav e Barman at work.

Galleria fotografica

Alcol Prevention Yeah, i vincitori 4 di 8

Nei giorni scorsi, i rappresentanti della giuria sono letteralmente “andati al bar” per la degustare i cocktail e gli accompagnamenti gastronomici proposti e hanno scelto i loro preferiti:mettendo al primo posto il  Twiggy Cafè con il suo “E semm partii”, al secondo Loca ubriaca con il suo “Desirée”, al terzo il Socrate Cafè.

Ma anche una “giuria giovani” formata dai ragazzi delle associazioni giovanili che organizzano festival della Rete FesteDiscobus (Associazione Terven Castronno, Rugby Varese, Coincidenze Venegono I., Pro Cocquio, Mega Albizzate, Molla l’Osso Casorate S.Woodinstock,Ternate, Gasch Gazzada Schianno) ha valutato l’aperitivo preferito al limite 0,5: per loro, il migliore è stato Loca Ubriaca.

Per gli utenti, c’è stata anche la possibilità di partecipare come giuria telematica votando alla sezione “Sondaggi –che cocktail sei?” sul notro sito: qui ha vinto staccando tutti il Gingerino il Cavedio, de Il Cavedio.

Infine, due premi speciali: uno è quello di Slow Food – Expo, per il miglior accompagnamento gastronomico o, più precisamente,  per la naturalità e località dei prodotti:  ottenuto quest’anno da TalcoNero lounge cafè.

L’altro, il “premio Tacchi a Spillo” è assegnato dagli operatori della cooperativa Lotta contro l’emarginazione, che organizza l’evento ogni anno, al locale che si è più distinto per la diffusione dll’evento stesso, e delle buon e pratiche che l’evento vuole portare aventi: quest’anno il premio è stato assegnato al Break Bar.

Alla cerimonia di premiazione per il Comune è intervenuta la responsabile dell’Informagiovani Luisa Troncia che ha portato i saluti dell’assessore a Famiglia e Persona Enrico Angelini. I premi sono stati consegnati da Paolo Dettoni di Ascom, Cristian Morandi di Aibes, Claudio Moroni di Slow Food, Samuele Fontana di Confesercenti territoriale, Roberta Bettoni, referente area Varese Cooperativa lotta contro l’emarginazione, Manuel Battaggi, coordinatore Progetto Discobus Varese Cooperativa lotta contro l’emarginazione.

Ad organizzare l’evento, come ogni anno, il Comune di Varese – Servizio Informagiovani e Politiche Giovanili, in collaborazione con Cooperativa Lotta Contro l’Emarginazione, le associazioni di categoria ASCOM, Confesercenti territoriale, Fipe, Istituto Alberghiero “De Filippi”, l’Agenzia Formativa della Provincia di Varese, Barman at Work, ONAV, Slow Food, AIBES e sponsor (Contralco), con la collaborazione di VareseNews e VIVA Magazine.

di stefania.radman@varesenews.it
Pubblicato il 29 giugno 2015
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Alcol Prevention Yeah, i vincitori 4 di 8

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore