Morosità incolpevole, ecco come ottenere il contributo dal Comune

L'amministrazione comunale mette a disposizione dei contributi per quei cittadini che, per motivi indipendenti dalla propria volontà, si ritrovano impossibilitati a pagare l'affitto

sfratto caronno pertusella

Il Comune di Legnano ha avviato la procedura finalizzata ad individuare gli inquilini morosi che siano in possesso dei requisiti e della condizione di incolpevolezza per accedere all’erogazione del contributo messo a disposizione da Regione Lombardia allo scopo di ottenere la rinegoziazione del contratto di locazione con il proprietario dell’immobile o per ottenere una dilazione dell’esecuzione dello sfratto oppure, da utilizzare quale cauzione per l’affitto di un nuovo alloggio.

Sono interessati i cittadini che per una sopravvenuta impossibilità non hanno provveduto al pagamento del canone .
Tale impossibilità deve essere imputabile a una delle seguenti cause,che si deve essere verificata successivamente alla stipula del contratto di locazione per il quale è stata attivata la procedura di rilascio e prima dell’inizio della morosità:
– perdita del lavoro per licenziamento;
– mobilità;
– accordi aziendali o sindacali con consistente riduzione dell’orario di lavoro;
– cassa integrazione ordinaria o straordinaria che limiti notevolmente la capacità reddituale;
– mancato rinnovo di contratti a termine o di lavoro atipici;
– cessazioni di attività libero-professionali o di imprese registrate, derivanti da cause di forza maggiore o da perdita di avviamento in misura consistente;
– malattia grave, infortunio o decesso di un componente del nucleo familiare che abbia comportato la consistente riduzione del reddito complessivo del nucleo medesimo o la necessità dell’impiego di parte notevole del reddito per fronteggiare rilevanti spese mediche e assistenziali.

Potranno fare domanda tutti gli inquilini morosi incolpevoli, titolari di contratto di locazione sul libero mercato, che siano in possesso dei seguenti requisiti:
a) cittadinanza italiana o appartenenza ad uno Stato dell’Unione Europea o appartenenza ad uno Stato esterno all’Unione Europea in possesso di regolare titolo di soggiorno;
b) reddito I.S.E. non superiore ad € 35.000,00 o reddito derivante da regolare attività lavorativa con un valore I.S.E.E. non superiore ad euro 26.000,00;
c) essere destinatari di un atto di intimazione di sfratto per morosità, con citazione per la convalida.

La domanda di accesso al contributo dovrà essere predisposta utilizzando il modulo disponibile presso il 6 Servizi alla Persona Via XX Settembre n. 30 edificio B/5 e dovrà essere corredato da ogni idonea documentazione e dichiarazione.
Tale modulo,debitamente compilato e sottoscritto dal richiedente, dovrà essere presentato pervio appuntamento, presso l’Ufficio Alloggi Settore 6 Servizi alla Persona Via XX Settembre n. 30 edificio B/5 ( tel. 0331/472512 ) da lunedì a Venerdì dalle ore 10,00 alle ore 13,00 Giovedì anche dalle ore 15,30 alle ore 18,00 nei seguenti periodi dal 1/2/2016, al 31/5/2019 e dal 1/8/2016 al 1/12/2016.

Orlando Mastrillo
orlando.mastrillo@varesenews.it

Un cittadino bene informato vive meglio nella propria comunità. La buona informazione ha un valore. Se pensi che VareseNews faccia una buona informazione, sostienici!

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 26 Gennaio 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.