“Videosorveglianza in via Padova, anche per difendere il verde”

Per il bilancio partecipato 2016 l'associazione Buon Vicinato chiede di sostenere il progetto per migliorare "una delle poche aree rimaste verdi in città"

via padova gallarate

Una rete di telecamere per dare sicurezza il piccolo quartiere intorno a via Padova, ma anche per valorizzare e difendere l’area verde al confine con Verghera e Busto. È la proposta dell’associazione Buon Vicinato per il bilancio partecipato #gallaratesceglie 2016 (le votazioni si sono aperte il 21 marzo e proseguiranno fino a fine aprile).

La proposta è semplice: la «realizzazione di un impianto di videosorveglianza» nella zona del “villaggio di via Padova”, dove è nata l’associazione Buon Vicinato (vedi qui). Questa zona – al confine con Samarate e Busto – vive una duplice dimensione: un’area residenziale tranquilla, ma anche bersaglio di ripetuti furti; una delle poche aree boschive e di prati rimaste in città, ma esposta all’abbandono di rifiuti anche pericolosi (vedi ad esempio qui).

Clicca qui per leggere la presentazione delle proposte da votare nel bilancio partecipato #gallaratesceglie 2016

Per questo la Buon Vicinato propone la realizzazione (20mila euro) di un impianto che possa avere «la duplice funzione da un lato di fungere da deterrente contro furti e atti vandalici e dall’altro anche di far da deterrente contro l’abbandono di rifiuti che ha deturpato la zona», spiega Marco Castoldi, dell’associazione.

L’intervento sulla videosorveglianza – sottolinea però l’associazione Buon Vicinato – non è però isolato: l’associazione ha lavorato sul versante culturale con i bambini e i residenti, ha promosso nel tempo diverse iniziative di “pulizie di primavera” (la prima nel 2011, vedi qui) nella zona di via Padova ma anche a Sciarè. Di fonto, l’idea che «il verde non deve essere considerato un problema, ma una risorsa». Spiega ancora Castoldi: «la nostra zona [di via Padova] è una delle poche aree verdi rimaste, una risorsa non solo per il nostro quartiere, ma per tutta la città». Tra l’altro è una zona frequentata anche da persone che corrono per sport, la videosorveglianza potrebbe dare più tranquillità anche a loro.

Il video di Marco Castoldi dell’associazione Buon Vicinato, intervistato dalla Redazione Multimediale di Filo di Perle (cos’è Filo di Perle? Vedi qui):

Roberto Morandi
roberto.morandi@varesenews.it

Fare giornalismo vuol dire raccontare i fatti, avere il coraggio di interpretarli, a volte anche cercare nel passato le radici di ciò che viviamo. È quello che provo a fare a VareseNews.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 29 Marzo 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.