La meglio gioventù dello sport bustocco salpa per le Olimpiadi

Il ginnasta Ludovico Edalli, le nuotatrici Arianna Castiglioni e Martina Rabbolini, la canottiera Sara Bertolasi sono stati salutati dall'amministrazione in via Milano, prima della partenza per il Brasile

Martina Rabbolini è la più giovane, deve ancora finire le superiori, Arianna Castiglioni ha dovuto posticipare la maturità, Ludovico Edalli è studente universitario. Manca solo Sara Bertolasi ma è già in ritiro con la nazionale di canottaggio.

Galleria fotografica

Gli olimpionici di Busto Arsizio a Rio 4 di 8

Sono loro i 4 bustocchi che andranno alle Olimpiadi di Rio per rappresentare l’Italia. Arianna Castiglioni lo farà nel nuoto, Ludovico Edalli nella ginnastica artistica, Martina Rabbolini nel nuoto paralimpico, Sara Bertolasi nel canottaggio. atleti olimpiadi busto arsizio

L’amministrazione comunale ha voluto salutarli ieri sera, mercoledì, organizzando un momento conviviale in via Milano alla presenza di tutta la giunta «che – ha sottolineato l’assessore allo Sport Stefano Ferrario – ha voluto essere presente al completo per sottolineare il forte spirito di squadra che ci unisce». Alla fine è arrivato anche il sindaco Emanuele Antonelli, impegnato a Milano ha fatto di tutto per esserci.

I tre atleti hanno raccontato brevemente le loro carriere sportive insieme ai loro allenatori e le loro emozioni prima della partenza. Ludovico, 22 anni, si allena da 18 anni per arrivare a questo traguardo: «Al di là del risultato che otterrò per me è un sogno che si realizza, non vedo l’ora di sfilare insieme ai miei connazionali il primo giorno, anche se già il giorno dopo sarò impegnato in gara».

Arianna Castiglioni, 18 anni, ha capito col tempo che l’acqua era il suo elemento naturale nonostante venisse da una famiglia di nuotatori e ora ha deciso di puntare molto sulle sue doti. Ha già vinto un bronzo europeo e il sogno di salire su un podio a Rio è qualcosa di più di un sogno.

Marta Rabbolini di anni ne ha appena 17 ed è il ritratto della caparbietà. La sua vista è diminuita con gli anni ed è passata dal nuoto con i normodotati a quello per disabili senza mai pensare di mollare: «Mi hanno buttato in piscina a 3 mesi e non sono mai uscita dall’acqua».

«Comunque andrà – ha promesso l’assessore Ferrario – organizzeremo una festa per quando torneranno»

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 07 luglio 2016
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Gli olimpionici di Busto Arsizio a Rio 4 di 8

Video

La meglio gioventù dello sport bustocco salpa per le Olimpiadi 1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore