“Giovani di valore” parte col botto: si aprono 7 posti di lavoro

Venerdì a Gazzada il convegno di presentazione del progetto che punta ad essere la congiunzione tra giovani e mondo del lavoro e che coinvolge 46 comuni della provincia

Tradate

Può un progetto che coinvolge amministrazioni, associazioni e cooperative, aiutare a collegare il mondo dei giovani con quello del lavoro? È l’obiettivo che si pone “Giovani di valore”, iniziativa sostenuta dalla Fondazione Cariplo, e che rientra nel più grande progetto “Welfare in azione”, che sarà presentata venerdì 25 novembre in un convegno a Villa Cagnola a Gazzada. Il progetto ha già dato i suoi primi frutti, con una una decina di assunzioni effettuate nell’ambito di “Garanzia giovani”, e altre 7 posizioni di lavoro i cui colloqui, coordinati da Solidarietà e servizi, coopperativa partner del progetto, si terranno proprio a Villa Cagnola il 25 novembre, dalle 15.30. Si cercano: educatori, insegnanti, un florovivaista, un magazziniere, un operaio stampatore, un coordinatore junior. Di seguito potete trovare i profili e gli indirizzi a cui mandare il curriculum:

Un educatore professionale
Un altro educatore professionale
Un insegnante
Un operaio florovivaista
Un magazziniere esperto
Un operaio stampatore
Un coordinatore junior

Molti i partner del progetto che vede come capofila il Comune di Tradate e che coinvolge molte altre realtà della zona, da Malnate a Sesto Calende. Il tutto coinvolge 46 comuni della provincia di Varese in totale sono 17 i partner coinvolti tra associazioni giovanili, reti e associazioni di impresa, cooperative sociali ed enti del volontariato.

Nella foto sopra: Nella foto, da sinistra: Giordano Vidale, coordinatore senior del progetto – Lucia Riboldi, Rete Giunca – Michela Estrafallaces, coordinatrice junior – Mirko Migliarino, coordinatore junior – Angela Sciascia, coordinatrice junior – Nicolò Cagnan, associazione Smart – Laura Cavallotti, sindaca di Tradate – Tiziano De Luca, coop soc Solidarietà e Servizi – Aureliano Gherbini, coordinatore junior

«L’obiettivo del progetto è di creare i presupposti per coniugare i servizi sul territorio, per far sì che si mettano insieme per favorire l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro – spiega Giordano Vidale, coordinatore del progetto Giovani di Valore -. Quello che noi vogliamo è che questi servizi diventino più produttivi rispetto a quello che è stato fino a oggi. Attraverso cosa? Il sito che nel tempo diventerà un portale che mette in comunicazione le competenze personali dei giovani con le necessità di aziende, cooperative e associazioni. I partner del progetto sono portatori di opportunità, ma anche le associazioni di volontariato. Stiamo lavorando su più linee e presenteremo tutto il progetto con il primo incontro di venerdì. Vogliamo da subito fare un’azione di promozione che attivi le comunità. Questo per creare i presupposti di attenzione nei confronti dei giovani. Vogliamo creare un’aspettativa positiva nei confronti del mondo giovanile e del mondo del lavoro».

Presente all’incontro di martedì mattina in biblioteca Frera anche il sindaco dei Tradate, Laura Cavalotti: «Il progetto è partito con tante sinergie. Molte le forze che si sono messe insieme, dal volontariato alle associazioni di categoria, per realizzare questo progetto. Abbiamo bisogno di esperienze giovanili e la fiducia che ci ha dato fondazione Cariplo per la realizzazione del progetto è fondamentale».

di manuel.sgarella@varesenews.it
Pubblicato il 22 novembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore