Italia-Polonia di boxe sul ring del Trofeo Bruno Bisterzo

Ring all'aperto in piazza Santa Maria con la manifestazione pugilistica giunta alla dodicesima edizione, organizzata dalla Asd Master Boxe in memoria del pugile bustocco

bruno bisterzo

Nell’ambito di Busto Estate, sabato 10 giugno, a partire dalle ore 20.30, in piazza Santa Maria si terrà la dodicesima edizione del trofeo Bruno Bisterzo, organizzato dalla Società “A.S.D. MASTER BOXE” e intitolato al celebre pugile bustocco, campione d’Europa professionisti (pesi leggeri) nel 1941, più volte (1940, 41, 42, 43, 45, 48) campione d’Italia professionisti (pesi leggeri).

Sul ring si terranno incontri di ottimo livello: la Nazionale Italiana Juniores affronterà la nazionale polacca nell’ambito del Dual Match Internazionale che proseguirà domenica 11 giugno a Milano che vedrà un totale di 12 match AOB e 2 match PRO. Sul ring combatterà nella categoria 60 kg. anche Samuele Grilli, pluricampione italiano e iscritto alla Master Boxe. Al termine degli incontri tra le due nazionali juniores ci sarà il debutto tra i professionisti, nella categoria 54 Kg., di Gabriele Gangi, che affronterà Alfredo Di Bartolo (già Campione Italiano Neo Pro pesi Gallo).

La storia di Bruno Bisterzo

Bruno Bisterzo nasce a Padova il 14 dicembre del 1914, ma ancora ragazzo si trasferisce a Busto Arsizio dove ha modo di coltivare la sua passione per il pugilato frequentando la palestra della Pro Patria Boxe. Comincia la sua carriera pugilistica all’età di 15-16 anni, con il sostegno di De Bernardi, il manager che lo segue nei suoi 470 incontri. Durante la sua esperienza sportiva Bisterzo diviene campione d’Europa e per 4 volte campione d’Italia nella categoria dei pesi leggeri. Il 16 giugno 1938 debutta tra i professionisti a Milano battendo ai punti Facchin mettendosi in luce grazie alle varie vittorie conseguite su avversari importanti quali: Farfanelli, Giuseppe Palermo, Clavari, Wagner, Di Jorio e Gualandri. Il 7 novembre 1939 tenta per la prima volta a Roma la conquista del titolo italiano, ma deve cedere di fronte a Oberdan Romeo. Riporta altre vittorie su Grisoni, Frantaloni, Riboldi, Farfanelli, Ansini. Il 18 novembre del 1940 ha, a Busto Arsizio, una seconda chance per la conquista del titolo italiano e presso il Teatro Sociale, batte Otello Abbrucciati diventando campione d’ Italia. Il 31 maggio dell’anno successivo, a Monaco, conquista anche il titolo europeo della categoria battendo nettamente ai punti il tedesco Blaho. Vince ancora altri incontri ma il novembre dello stesso anno, a Roma, incontra il giovane Botta in un combattimento valido per il titolo nazionale. Durante lo scontro viene ferito ed è costretto ad abbandonare. Nel luglio del 1942, a Lucca, Bisterzo vince contro Proietti e si aggiudica il titolo di campione italiano, ma un anno dopo a Modena lo perde nuovamente contro Minelli. Nel 1945 a Busto al “Sociale” Bisterzo batte Minelli, ma nel 1946 a Roma è sconfitto nuovamente da Proietti. Nel luglio del 1948 incontra e sconfigge a Tunisi Jung Roger prima del definitivo abbandono della carriera. Il 13 maggio 1955 Bisterzo muore in un incidente stradale all’età di 41 anni.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 giugno 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore