La musica scalda l’inverno di Lugano

Si è conclusa domenica la nona edizione di MusicNet, che ha proposto tre festival in diverse location cittadine

Lugano MusicNet festival

Si è conclusa questa domenica la nona edizione di MusicNet, evento di lunga tradizione sul
territorio, che dall’anno scorso si è rinnovato nella formula proponendo tre festival in diverse
location cittadine, tutti con la musica come denominatore comune, con l’intento di animare la città anche nei mesi invernali. Più che positivi i riscontri e le presenze registrate dai festival, Lugano Fresh Festival (31 gennaio – 4 febbraio), Palco ai Giovani Winter Session (22 – 24 febbraio) e Make your Move – Urban Festival (2 – 4 marzo).

Soddisfatto dell’edizione anche Roberto Badaracco, capo Dicastero Cultura, sport ed eventi della Città di Lugano: «Una città è viva e dinamica quando riesce a garantire un’offerta ricreativa e culturale nell’arco di tutto l’anno. Anche quest’anno Lugano dimostra il suo fermento nel periodo invernale, con un ventaglio ricco di proposte all’interno del quale MusicNet si è confermato un tassello molto prezioso. Con la sua offerta variegata, che parla a pubblici diversi e sempre nuovi, MusicNet è lo specchio di una Lugano che si vuole sorprendente e per tutti. Se le selezioni di Palco ai Giovani sono una piacevole consuetudine che da 25 edizioni dà spazio ai talenti musicali di casa nostra, il Fresh Festival e Make Your Move, con i loro programmi all’insegna delle ultime tendenze artistiche internazionali, delle scuole di ballo e della cultura urbana, hanno in poco tempo saputo ritagliarsi uno spazio importante. Un riscontro significativo che sono certo saprà lasciare il segno anche nei prossimi anni.»

Alla sua seconda edizione, il Lugano Fresh Festival è la proposta più sperimentale di
MusicNet. In cinque giorni e quattro location (il Foce, Sonnenstube, Spazio Morel e Bar Oops), il Festival ha unito sotto il suo cappello diversi eventi dedicati alla musica e alle arti visive, tutti legati dal fil rouge del “gioco” secondo il motto “Festival di freschezze e soluzioni ludiche per combattere il freddo”. L’eclettico programma ha spaziato dai concerti, agli incontri, alle clinic, fino alle performance, alle mostre e alle installazioni, ospitando protagonisti internazionali e di casa.

I pomeriggi “Fresh” sono stati caratterizzati da momenti di approfondimento con professionisti del mondo musicale, artisti e relatori. Tra questi ricordiamo in modo particolare l’incontro con l’illustratore giornalistico di fama internazionale Marco Goran Romano, a cui il festival ha dedicato anche una mostra presso il Foyer del Foce e quello con Rossano Lo Mele, direttore di “Rumore”, che insieme a Zeno Gabaglio e Gian-Andrea Costa ha fatto un punto sulla critica musicale attuale.

Non sono mancati anche eventi più estemporanei, sempre molto apprezzati, come l’installazione ludico-musicale psichedelica di Giacomo Laser, che ha commentato ironicamente un match di ping pong aperto a tutti, con tanto di stravaganti effetti sonori e di luci, e il mitico Roller Party, che ha avvolto il Foce in una particolare atmosfera retrò. Le sere si sono svolte all’insegna della musica live, in un intrigante ventaglio di stili e personalità. Tra gli altri, di grande impatto le performance elettroniche di Joasihno, Pandour e Asmar; il rap dei Bella Veneziae, il free jazz degli ZS, i ritmi futuristici del senegalese Ibaaku, le creazioni eletrico-visive del britannico Iglooghost e Antoni Maiovvi e il suo sinth pop in grado di esplorare le colonne sonore horror. Hanno lasciato il segno in questa edizione anche il duo polacco LXMP, il funambolico siriano Rizan Said, tastierista di Omar Souleyman, DJ Lefto, e Roc Beats aka DJ Shocca, tra i maggiori esponenti della scena hip-hop italiana e non solo, che ha tenuto anche una clinic di grande ispirazione.

Alla proposta più “fresca” è seguita quella più longeva: le tradizionali Winter Session di Palco ai giovani hanno richiamato al Centro Esposizioni molti giovani, accorsi per sostenere la propria band preferita. Sul palco delle selezioni invernali del più grande concorso per band emergenti del Canton Ticino si sono susseguiti 29 talenti della scena musicale locale che si sono esibiti nei generi più diversi. Nelle prossime settimane la giuria di esperti selezionerà i 16 gruppi che potranno accedere alla fase finale in programma dal 18 al 20 maggio 2018 in Piazza Manzoni a Lugano.

Il concorso promosso per l’occasione dal Centro Lugano Sud è stato vinto dagli Endless Scream che si sono aggiudicati un buono del valore di 500 franchi grazie ai voti dei propri fans.

Grande chiusura ieri sera per MusicNet 2018 con il Make yoy move urban festival, che ha trasformato il Palazzo dei Congressi in un vero e proprio villaggio dedicato alla cultura street,
richiamando migliaia di persone, anche d’oltre Gottardo e d’oltre frontiera.

La tre giorni ha offerto ad appassionati e curiosi, spettacoli, workshop, incontri con artisti e relatori, proposte cinematografiche, eventi per i più piccoli, installazioni, ospiti internazionali e tanto altro ancora in un clima unico fatto d’arte, agonismo sportivo e condivisione. Un risultato che conferma l’evento tra gli appuntamenti del settore da non perdere nel circuito regionale e nazionale.

Grande successo di pubblico in particolare nella giornata di sabato grazie al contest freestyle
Dance Your Night e all’atteso campionato Hip Hop International Switzerland, per la seconda volta ospite del Ticino.

I gruppi che si sono distinti nelle diverse categorie, e quindi selezionati per partecipare ai campionati del mondo che si terranno ad agosto 2018 a Phoenix in Arizona, sono:
Categoria Junior crews: 1°. The moove kid’s crew – 2°. Bd’s So Fresh -3° So kids
Categoria Varsity crews: 1° Splash – 2° Beat’em up – 3° One level
Categoria Adult crews: 1° BLaCk DiaMonD’s – 2° Atome – 3° Kingers
Categoria Megacrew: 1° Le loft studio – 2° Bd’s the last – 3° Equality

Tutto esaurito anche la domenica con lo spettacolo delle scuole di danza del territorio che ha visto esibirsi a rotazione oltre 400 allievi in rappresentanza delle varie scuole del Ticino e delle diverse discipline di danza. Non da meno le novità introdotte quest’anno, molto apprezzati gli eventi pensati per i più piccoli e successo oltre le aspettative per le proposte skating al Villaggetto.

Nell’ambito del contest freestyle Mc Battle, che a visto sfidarsi diversi Mc/Rapper a suon di 4/4, la giuria di esperti ha assegnato il primo premio a Papyrus, che si è aggiudicato un Beat prodotto da Space Rules e il Mixaggio e Master di un brano al Substrato Studio di Torino.

La manifestazione è stata organizzata dalla Divisione Eventi e Congressi della Città di Lugano
e da Sotell.

Mariangela Gerletti
mariangela.gerletti@varesenews.it

Giorno dopo giorno con VareseNews ho il privilegio di raccontare insieme ai miei colleghi un territorio che offre bellezza, ingegno e umanità. Insieme a te lo faremo sempre meglio.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 05 Marzo 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.