Malesia: le mille sorprese dei viaggi nella Terra di Sandokan

La splendida Malesia è una meta turistica in rapida ascesa. Il territorio di questo paese da secoli crocevia di rotte commerciali è ancora oggi in larga parte ricoperto da fitte giungle tropicali che ospitano un'incredibile varietà di forme di vita

vario

La splendida Malesia è una meta turistica in rapida ascesa: nel cuore dell’Asia Meridionale, il territorio di questo paese da secoli crocevia di rotte commerciali è ancora oggi in larga parte ricoperto da fitte giungle tropicali che ospitano un’incredibile varietà di forme di vita; alla natura selvaggia e in molti luoghi ancora incontaminata della penisola e della porzione malese dell’Isola di Borneo, fa da contrappeso lo skyline futuristico e l’intricato tessuto urbano della città di Kuala Lumpur, uno dei più importanti poli economici della regione.

Il successo del comparto turistico malesiano

Negli ultimi decenni, il settore turistico ha registrato un’importante espansione, grazie soprattutto al moltiplicarsi dell’offerta di incantevoli resort che sorgono nelle meravigliose cornici create dalle coste malesi e dagli innumerevoli isolotti che le circondano. Alla possibilità di trascorrere rilassanti soggiorni mare alloggiando in strutture turistiche di livello eccezionale, si aggiunge quella di vivere avventure alla scoperta dell’entroterra malese, con i mille colori della flora e dalla fauna locali, ma anche di lasciarsi avvolgere dalle quiete atmosfere di luoghi di culto dal fascino unico, come le celebri Grotte di Batu.

Stando ai dati relativi al 2015 diffusi dal Ministero del Turismo malese, sarebbero stati ben 55mila i turisti italiani giunti nel paese per un tour alla scoperta della storia e delle bellezze cittadine, nonché, ovviamente, delle incantevoli spiagge e delle riserve naturali che caratterizzano i paesaggi della Malesia. La notevole crescita della presenza di viaggiatori italiani nel paese è legata anche all’aumento dei tour operator nazionali che hanno inserito questa meta tra le loro destinazioni di punta, scommettendo sul fascino esotico e misterioso della Terra di Sandokan.

Il fascino della Malesia: natura travolgente e cultura multietnica

Il territorio della Malesia, comunemente distinto in una porzione occidentale, quella della Penisola malese, ed in una orientale, quella del Borneo, richiede di organizzare con attenzione gli spostamenti, perché le distanze da coprire per raggiungere le diverse località possono essere molto vaste. In più, l’ausilio di una guida può essere molto utile per apprezzare a pieno la storia e il significato nascosti dietro ai monumenti e alle attrazioni più celebri.

Alcuni dei principali centri urbani della Malesia, come la città di Malacca, sorprendono con la ricchezza di piazze ed edifici storici che testimoniano l’influenza dei vari popoli succedutisi nel dominio di queste terre. L’insolito mix di culture che caratterizza la Malesia non trova espressione solo nella varietà degli stili architettonici, ma anche nelle varie confessioni religiose diffuse nel paese e, più in generale, nel ricco folklore popolare.

Se le città malesiane offrono una panoramica completa della storia, nonché degli usi e costumi tipici di questa terra, è la forza della natura malese a regalare le emozioni più intense ai visitatori: molte località della costa sono circondate da ampie barriere coralline, che ospitano coralli, anemoni, spugne e pesci variopinti, creando scenari da sogno per gli amanti delle immersioni, delle fotografie subacquee e dello snorkeling. Le emozionanti escursioni nelle riserve naturali dell’entroterra, permettono invece di osservare dal vivo animali e piante endemiche, ovvero presenti solo in questo angolo di mondo.

Il periodo migliore per visitare la Malesia

La Malesia è interessata da un clima spiccatamente tropicale. Nel corso dell’anno, le temperature si mantengono sempre elevate e, in genere, comprese tra i 30 e i 35°C. La forte umidità raggiunge il picco durante la stagione delle piogge, che per il versante ovest del paese va da ottobre a dicembre, mentre per quello est da ottobre a febbraio.

I mesi centrali della stagione secca, da inizio marzo a fine giugno, rappresentano il periodo migliore per visitare la Malesia, perché, nonostante le alte temperature, il ridotto grado di umidità rende particolarmente piacevole il soggiorno.

Le più belle località della Malesia

La Malesia conta innumerevoli località turistiche pregne di storia, cultura ed arte oppure dominate dall’incontenibile natura di queste terre.

Di seguito, riportiamo una breve lista delle attrazioni imperdibili di Kuala Lumpur, Malacca e delle regioni del Sarawak e del Sabah, solo alcune delle mete chiave della Malesia.

Kuala Lumpur

Kuala Lumpur è la grande capitale della Malesia, una metropoli dal profilo ipermoderno, dove altissimi grattacieli svettano su un fitto tessuto urbano, interrotto solo da edifici monumentali e moschee dallo stile architettonico molto attuale.

La città si è guadagnata la nomea di “garden city of lights”, per via dei numerosi grandi parchi che la caratterizzano e dello spettacolo notturno creato dalle luci degli imponenti grattacieli del centro.

Tra le attrazioni più celebri di Kuala Lumpur ci sono le celebri Petronas Twin Towers, le torri gemelle più alte al mondo. Le torri possono essere visitate per godere della spettacolare vista dall’alto della città dall’interno dello skybridge, il lungo ponte sospeso che unisce i due edifici.

Oltre alla possibilità di dedicarsi allo shopping negli sconfinati centri commerciali della città e alla degustazione di piatti locali nei numerosissimi ristoranti, i turisti possono ammirare splendidi luoghi di culto, come il Tempio Thean Hou e il Tempio Sri Mahamariamman, e concedersi una pausa relax presso lo splendido giardino botanico o negli altri parchi cittadini.

Non lontano dal centro di Kuala Lumpur, si trova una delle località più affascinanti dell’intera Malesia: le Grotte di Batu. Nei pressi dell’antica collina rocciosa e all’interno delle sue grotte sorgono innumerevoli templi induisti, mentre una scalinata di ben 272 gradini conduce fino all’ingresso del luogo di culto principale. A sorvegliare la lunga scala è un’imponente statua dorata della divinità Murugan, alta 42 metri.

Malacca

Malacca è una delle città più antiche della Malesia e, senza dubbio, quella che porta i segni più evidenti del passato coloniale di queste terra. La moschea Kampun Kling, il tempio cinese Cheng Hoon Teng e le rovine della chiesa di San Paolo sono alcuni dei monumenti storici che forniscono prova dell’incontro di popoli e culture religiose realizzatosi nella città.

Imperdibile una visita presso la Piazza Rossa Olandese Stadhuys, risalente al 1650, ed una passeggiata lungo Jonker Street, la grande via dello shopping.

Sarawak e Sabah

Il Sarawak e il Sabah sono le due grandi regioni in cui si suddivide la porzione malese del Borneo.

Nella parte meridionale, la regione del Sarawak ospita la graziosa città di Kuching, con i suoi palazzi storici, le moschee e gli interessanti musei che raccontano la storia del luogo. Le escursioni nell’entroterra permettono di scoprire una natura ancora del tutto incontaminata, imbattendosi in spettacoli di rara bellezza, come quello offerto dalla rafflesia, il fiore più grande del mondo.

Il Sabah è celebre soprattutto per le sue splendide coste e incantevoli isole, come l’incredibile Kapalai, che ospitano resort esclusivi molto apprezzati dagli amanti del diving.

Il territorio malese ospita quattro siti dichiarati Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO:

  • George Town e il centro storico di Malacca
  • il sito archeologico della Valle di Lenggong
  • il Parco Nazionale Gunung Mulu
  • il Parco Kinabalu

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Pubblicato il 07 Marzo 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.