Fondo Strategico italiano entra nel capitale di Missoni

La famiglia Missoni, con il 58,8% delle azioni, continuerà a mantenere il controllo della società, mentre FSI possiederà il restante 41,2%. Angela Missoni presidente

missoni

La famiglia Missoni e Fondo Strategico Italiano (FSI), per conto di FSI Mid-Market Growth Equity Fund, hanno annunciato questa mattina, venerdì 15 giugno 2018, in una conferenza stampa a Milano la sottoscrizione di un accordo relativo all’ingresso di FSI nel capitale di Missoni S.p.A..

La famiglia Missoni, con il 58,8% delle azioni, continuerà a mantenere il controllo della società, mentre FSI possiederà il restante 41,2% di Missoni S.p.A..

L’operazione avverrà prevalentemente attraverso un aumento di capitale e non prevede il ricorso a indebitamento finanziario da parte di Missoni.

Il Consiglio di Amministrazione della società, composto da sette membri, includerà tre componenti della famiglia: Angela Missoni sarà Presidente, Luca Missoni e Giacomo Missoni saranno Consiglieri. Rosita Missoni resterà Presidente Onorario della società.
Michele Norsa, Industrial Partner di FSI, ricoprirà invece la carica di Vice Presidente.

Il piano di sviluppo si focalizzerà su un’ulteriore espansione internazionale, sull’allargamento dell’offerta di prodotto e su un significativo sviluppo del canale retail, in particolare nei key markets.

«Le tre generazioni della Famiglia Missoni, guidate da Rosita Missoni, sono felici di questo accordo con FSI, un prestigioso e paziente investitore italiano con un network internazionale – commenta –  Angela Missoni, direttore creativo dell’azienda – E’ di particolare auspicio che questa partnership sia conclusa nell’anno del nostro 65esimo anniversario. Siamo molto orgogliosi che Missoni entri in questa nuova fase, che salvaguarda l’unità familiare e il DNA del nostro brand. Confido che, con il supporto di FSI e la visione strategica di Michele Norsa, saremo in grado di guidare questo prezioso gioiello familiare in un luminoso futuro».

«Abbiamo investito in Missoni perché crediamo sia una straordinaria opportunità per accompagnare un marchio del lusso e dell’esclusività italiana alla leadership globale – ha commentato Maurizio Tamagnini, Amministratore Delegato di FSI – La famiglia Missoni ci ha colpito per la sua passione, l’energia creativa e la fedeltà assoluta ai codici del marchio. Siamo onorati di poter finanziare la crescita dell’azienda, fornendo stabilità all’azionariato, insieme alla famiglia fondatrice».

Il marchio Missoni , nato a Gallarate nel 1953, fattura circa 150 milioni di euro, esporta il 75% della produzione e impiega approssimativamente 300 dipendenti. Basata a Sumirago, Varese, la società è gestita dalla seconda generazione dal 1996.

di stefania.radman@varesenews.it
Pubblicato il 15 Giugno 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore