Giovani musicisti in Notturno Musicale al MAGA

L’Orchestra del Liceo Musicale Pina Bausch si esibisce in Notturno Musicale inaugurando la stagione 2018 della MAGAEstate

gallarate generico

Come degli enormi organismi viventi, le città entrano nel pieno dell’attività e dell’offerta di eventi con la bella stagione: anche il Museo d’Arte Contemporanea Maga di Gallarate vuole contribuire all’arricchimento delle serate estive con gli eventi della MAGAEstate. Quest’ultima è stata ufficialmente inaugurata sabato 23 giugno 2018 con il concerto Notturno Musicale eseguito dall’Orchestra del Liceo Musicale Pina Bausch.

L’Orchestra è composta da circa sessanta ragazzi che, nonostante gli impegni imminenti imposti dagli esami di maturità, hanno dato la massima disponibilità per trasmettere la loro passione musicale al pubblico presente nel piazzale del museo che è stato debitamente allestito per l’occasione. Il bar del museo, i tavolini illuminati dal lume delle candele e degli zampironi (essenziali per tentare di tenere lontane le numerose zanzare), il cielo serale e “l’abbraccio” della caratteristica facciata dell’edificio del MA*GA hanno fatto da cornice all’esibizione Notturno Musicale di questi giovani talentuosi musicisti, i quali sono oramai abituati a prepararsi per importanti concerti ottenendo grandi risultati; i membri dell’Orchestra hanno avuto l’occasione di suonare alla Chiesa dei Minoriti di Vienna (su invito del responsabile degli scambi internazionali Italia – Austria), al Concerto di Natale di Busto Arsizio che si è svolto nella basilica di San Giovanni a Busto Arsizio e hanno vinto il primo premio al Concorso Internazionale di Musica Città di Stresa.

A rendere così apprezzato Notturno Musicale è stato il repertorio classico che l’Orchestra ha sviluppato nel corso dei suoi cinque anni di storia e al quale ha attinto selezionando i brani più adatti per l’occasione. Tra questi – oltre ai più tradizionali brani classici – ricordiamo brani blues tratti dal film “Un Americano a Parigi” e l’incantevole interpretazione di “Beautiful that way”. Quest’ultima è stata originariamente cantata da Noa (pseudonimo di Achinoam Nini) per volere di Roberto Benigni in occasione della realizzazione del film “La Vita è Bella” (1997). Successivamente questo brano è stato inserito anche nell’album “Blue Touches Blue”.

Questo articolo rientra nel progetto del Social Team di [OC] Officina Contemporanea, la rete per la cultura a Gallarate

Emmanuele Occhipinti

di
Pubblicato il 27 giugno 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore