Slitta l’obbligo, a scuola anche senza documentazione vaccinale

La commissione Affari costituzionali del Senato ha approvato due emendamenti identici presentati da M5S e Lega al decreto Milleproroghe che di fatto spostano l’obbligo all’anno scolastico 2019/2020

vaccino meningite

L’obbligo di essere vaccinati per poter accedere a nidi e materne slitta di un anno.

La commissione Affari costituzionali del Senato ha approvato due emendamenti identici presentati da M5S e Lega al decreto Milleproroghe che di fatto spostano l’obbligo all’anno scolastico 2019/2020 rimandando di un anno il divieto di accesso scolastico in mancanza della documentazione di avvenuta vaccinazione.

«Con questo atto – affermano in una nota i senatori del Pd Dario Parrini, capogruppo in commissione Affari costituzionali, e Simona Malpezzi, che è intervenuta nel dibattito – M5S stelle e Lega dichiarano la vittoria dei no vax e soprattutto si assumono la responsabilità di diminuire l’immunità di gregge e ciò va a scapito dei più piccoli, dei bambini, dei più fragili, così come accaduto oggi a Bergamo, dove due neonate sono morte di pertosse perché prive di protezione vaccinale».

Diversa posizione dal M5s dove spiegano: «la decisione permetterà a tutti i bambini di accedere, a settembre, alle scuole dell’infanzia. Si tratta di una deroga messa a punto in attesa della presentazione del ddl sui vaccini che depositeremo a breve. A un mese e mezzo della ripresa dell’attività scolastica facciamo in modo che i bimbi vi possano accedere». Così in una nota congiunta i senatori del Movimento 5 Stelle, Paola Taverna, vicepresidente del Senato, e Pierpaolo Sileri, presidente della Commissione Igiene e Sanità di Palazzo Madama.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 agosto 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore