Con la poesia “ripara” i danni dei vandali

Sofia Cecchin, maestra, ha appiccicato una serie di poesie sui giochi rovinati da qualche vandalo, nella "giornata dell’assalto alla poesia”: «Un gesto di gentilezza e pace"

Poesie per riparare

I vandali e il tempo hanno colpito il parchetto di Casciago.

Galleria fotografica

Poesie per riparare 4 di 6

In attesa che qualcuno dia una mano al Comune per sistemare e sostituire i giochi, c’è una ragazza di Casciago che ha pensato di “riparare” con atti di gentilezza e pace.

Lei è Sofia Cecchin, 27 anni, maestra casciaghese, abita a pochi passi dal parco e nella “giornata dell’assalto alla poesia” ha preso carta e penna, o meglio carta e computer, e ha stampato una serie di poesie di Alda Merini, Jaroslaw Iwazskievicz, Pablo Neruda, Eugenio Montale, Mario Lodi, appiccicate su scivoli, altalene e giochi di legno rovinati da qualche vandalo che, forse, leggendo un po’ di più e perdendosi nel mondo della poesia, avrebbe evitato di rovinare i giochi dei bambini di Casciago.

«Vorrei portare questo gesto anche nelle scuole di Casciago e Morosolo, nei luoghi delle istituzioni, nelle case delle persone», spiega Sofia, convinta che la poesia possa aiutare a rendere il mondo migliore, almeno un po’.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 settembre 2018
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Poesie per riparare 4 di 6

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore