Due uomini e un donna in manette: sventata una truffa “rip deal” in Ticino

L'uomo si è fortunatamente accorto del tranello, anche ricordando gli allarmi specifici contro le truffe "rip deal" diffusi dalla Polizia cantonale

resto

Tre persone sono finite in manette a Mendrisio perché sospettate di aver commesso un tentativo di truffa del tipo “rip deal” ai danni di un ticinese.

Le tre persone arrestate (un uomo e una donna italiani, entrambi di 29 anni, e un 18enne francese, tutti residenti in Italia) hanno cercato di abbindolare un cittadino svizzero che aveva pubblicato su alcuni siti Internet annunci per la vendita di una proprietà immobiliare all’estero.

L’uomo era stato contattato da sconosciuti che l’hanno dapprima invitato a Milano per discutere i dettagli del possibile acquisto e poi, nel corso dell’incontro, hanno prospettato la consegna di un acconto, chiedendo nel contempo anche un’operazione di cambio da banconote di grosso taglio in euro (in realtà facsimili) in banconote di taglio inferiore (questa volta euro autentici che avrebbe dovuto dare la vittima). Lo scambio del denaro avrebbe dovuto tenersi a Mendrisio.

L’uomo si è fortunatamente accorto del tranello, anche ricordando gli allarmi specifici contro le truffe “rip deal” diffusi dalle autorità, e ha quindi informato la Polizia cantonale che ha bloccato i truffatori.

L’ipotesi di reato nei confronti dei tre arrestati è di tentata truffa aggravata. L’inchiesta, coordinata dalla Procuratrice pubblica Marisa Alfier, prosegue con l’obiettivo di verificare l’eventuale coinvolgimento degli arrestati in altre truffe effettuate in passato.

La Polizia cantonale ricorda che a questo link vengono forniti dettagli utili per non cadere in questo genere di truffe.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 ottobre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore