Visita al Maga per il ministro Alberto Bonisoli

Ha fatto un giro per i corridoi del Museo Maga di Gallarate e ha poi partecipato all'inaugurazione della nuova mostra del museo il ministro della Cultura Alberto Bonisoli

Maga, visita del ministro Bonisoli

Ha fatto un giro per i corridoi del Museo Maga di Gallarate e ha poi partecipato all’inaugurazione della nuova mostra di Claudio Parmiggiani il ministro della Cultura Alberto Bonisoli, arrivato nella città dei Due Galli domenica 11 novembre.

Galleria fotografica

Maga, visita del ministro Bonisoli 4 di 11

Accompagnato dalla presidente della fondazione Zanella Sandrina Bandera, dalla direttrice del museo Emma Zanella, da Monsignor Valagussa e Don Festa, dal sindaco Andrea Cassani, dall’assessore Isabella Peroni, il ministro ha visitato la mostra dell’artista Claudio Parmiggiani, classe 1943, una delle figure principali dell’arte italiana del secondo dopoguerra, intitolata “Documentari” e visitabile fino a febbraio 2019.

Con loro anche Armin Linke, fotografo che ha seguito il lavoro di Parmiggiani e ha realizzato una mostra con le sue foto. In mattinata, nella Basilica di Gallarate, era stato inaugurato l’altare realizzato dallo stesso artista emiliano grazie ai fondi donati dalla famiglia Moggio.

«Non appena invitato, non ho esitato. Sono contento di aver scelto questa inaugurazione, mi è piaciuta l’idea di questo progetto di valorizzazione di arte contemporanea: anche i classici di oggi un tempo furono arte contemporanea, mantenere viva l’arte contemporanea è fondamentale e qui si realizza un progetto di cui essere orgogliosi, che unisce il restauro della Basilica con la novità dell’altare di Parmiggiani, una cosa unica in Italia. In Italia ci sono 5 mila musei, 500 sono pubblici, poi ce ne sono alcuni come il Maga: un museo che si sta posizionando al meglio nel sistema museale italiano, in un luogo particolare e non facilmente raggiungibile – ha detto il ministro, dimenticandosi che Gallarate è vicina a Milano, a Malpensa, a Rho Fiera -, con un’attitudine d’impresa apprezzabile che va avanti da anni. Col territorio c’è una collaborazione attiva, la società civile partecipa alla vita e ai successi del Museo: è un esempio su cui fare dei ragionamenti e che dovrebbe essere preso come esempio. Ci tenevo a dare un segnale di attenzione a Gallarate e al Nord Italia – ha detto Bonisoli, stupito dalla presenza di circa 300 persone a Gallarate per l’inaugurazione di una mostra di arte contemporanea -: questo è un territorio dove la sobrietà è di casa, dove le cose si fanno sotto traccia, ma si fanno e si fanno bene».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 novembre 2018
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Maga, visita del ministro Bonisoli 4 di 11

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore