Al Midec le ceramiche Alessi e del biellese

Sono due le mostre che verranno inaugurate domenica 30 giugno, alle 11 e 30: una dedicata ai disegni e ai prototipi della famosa azienda di Omegna, la seconda dedicata alla tradizione ceramistica tipica della zona di Ronco Biellese

Tempo libero generica

Sono due le mostre che verranno inaugurate domenica 30 giugno, alle 11 e 30 al Midec, il Museo Internazionale del Design Ceramico, Laveno Mombello. La prima è  “La ceramica disegnata – Oggetti e Prototipi dal Museo Alessi”, a cura di Francesca Appiani, curatrice del Museo Alessi di Omegna e Lorenza Boisi, direttore artistico di MIDeC, Museo Internazionale del Design Ceramico, Laveno Mombello.

La seconda è “Dialogo con Ronco Biellese Ceramiche Popolari della Tradizione”, a cura di Lorenza Boisi e Walter Ruffatto, una presentazione di ceramiche tradizionali, principalmente in prestito dalla collezione dell’Ecomuseo della Terracotta di Ronco Biellese, avvicinate a realizzazioni contemporanee di artigiani locali, accompagnate da Patchwork ad opera di artiste dell’ass. “Trame” Biellesi.

LA MOSTRA LA CERAMICA DISEGNATA 

Caratterizzata da un’esperienza di stupore, euforia estetica e riflessione, la mostra riunisce, nelle due sale del piano nobile di Palazzo Perabò, una selezione di Ceramiche e Porcellane, nonché prototipi e studi progettuali dalla prestigiosa collezione del MUSEO ALESSI di Omegna.

Il MUSEO ALESSI nasce nella primavera del 1998 con finalità di conservazione e valorizzazione di tutti gli oggetti, i disegni, le immagini ed i materiali che variamente documentano la vicenda aziendale ALESSI e la sua storia di ricerca.

La selezione in mostra racconta, attraverso alcuni pezzi di estrazione e natura eterogenee, alcuni capitoli dell’indagine di ALESSI nel comparto specificatamente ceramistico, presentando oggetti destinati alla produzione ed alla distribuzione commerciale, ma anche oggetti che rivelano il percorso progettuale e la sua intrinseca natura di disamina elettiva, così come studi formali e sperimentazioni di orientamento artistico, che dipartono da un impiego alternativo – poetico di pezzi di design di produzione seriale, incipit di forma e partenza per lo sviluppo di pezzi unici.

Porcellane, progetti, opere originali e multipli, insieme ad oggetti di sperimentazione e realizzazioni
artistiche testimoniano la possibilità di trattamento della materia e di formalizzazione ceramica, firmata da grandi nomi del design italiano ed internazionale, quali Alessandro Mendini, Doriana e Massimiliano Fuksas, Ettore Sottsass, Andrea Branzi, Hani Rashid e molti altri, nonché luoghi di tangenza tra arte concettuale, pittura, scultura e design nelle collaborazioni con i grandissimi del
contemporaneo storico, della Transavanguardia e dell’arte concettuale, interpreti del calibro di:
Alighiero Boetti, Nicola De Maria, Nanda Vigo, Luigi Ontani, Gianni Colombo, etc.

LA MOSTRA DIALOGO CON RONCO BIELLESE

La mostra intende divulgare la tradizione ceramistica tipica della zona di Ronco Biellese, attraverso esempi di produzioni di utilità quotidiana, popolarmente indicate con la definizione generica e familiare di Bielline. I pezzi esposti presentano specifiche caratteristiche formali di lavorazione dell’argilla ed interessanti qualità di finitura di affascinante e suggestiva sintesi estetica. Stoviglie, Pentole, Fornelletti ed Acetiere… riassumono la memoria di un passato rurale di grande operosità e pragmatismo, pur mantenendo una virtù implicitamente estetizzante. Accompagnano il percorso espositivo, video di interviste e racconti di personaggi locali direttamente attivi nelle produzioni ceramiche. La mostra DIALOGO con RONCO BIELLESE rientra nel più vasto progetto DIALOGO PRESENTE, che vede il MIDeC di Laveno Mombello, ospitare esempi di manifatture locali e tradizionali di differenti città della Ceramica italiana.

Le mostre verranno inaugurate domenica 30 giugno alle 11 e 30.
Orario estivo del Midec: venerdì, sabato 15-20/ domenica 10-13 e 14-19.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 giugno 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore