Crugnola pronto allo sprint finale per il titolo italiano

Il varesino è uno dei quattro pretendenti al titolo a tre gare dalla fine: venerdì 30 e sabato 31 si corre il "Friuli Venezia Giulia". I Miele e Pederzani al via del "Lanterna"

andrea crugnola rally sardegna 2019

A tre gare dalla conclusione, il Campionato Italiano Rally (CIR) resta apertissimo e tra i pretendenti al titolo tricolore c’è anche il nostro Andrea Crugnola. Il 30enne di Calcinate del Pesce è attualmente al quarto posto e, classifica alla mano, chiude il “treno” dei piloti ancora in lizza per vincere lo scudetto del rally, ma per il gioco degli scarti (sono considerati validi i migliori sette risultati di ogni conduttore su nove gare totali) è pienamente in corsa anche per via dello “zero” ottenuto al Ciocco.

La prima vittoria stagionale ottenuta nella seconda parte del Rally Roma Capitale (che per il CIR è suddiviso in due gare distinte) ha rilanciato le ambizioni di Andrea e del suo navigatore Pietro Ometto, che si presentano al via del Rally del Friuli Venezia Giulia pronti a dare battaglia. Gli avversari sono i soliti: Basso, Campedelli e Rossetti in rigoroso ordine di classifica, anche se nell’elenco iscritti ci sono altri piloti di valore che potrebbero inserirsi nelle parti alte e togliere punti a chi dovesse fare cilecca.

In Friuli Venezia Giulia si corre su asfalto e Crugnola avrà tra le mani la Skoda Fabia R5 (non più la Volkswagen Polo) del team HK Racing della scuderia Gass; in ballo c’è anche la leadership del CIRA (il campionato italiano asfalto) in cui il pilota varesino è attualmente al comando.
La gara friulana prende il via da Torreano di Martignacco (Udine) con lo shakedown del venerdì mattina e la prova spettacolo a inseguimento nel pomeriggio. Il grosso della manifestazione è previsto però per la giornata di sabato: circa 150 i chilometri di prove speciali previsti.

MIELE AL “LANTERNA”

Torna in gara questa settimana anche “la famiglia Miele”: sia papà Mauro, sia Simone saranno infatti al via del Rally della Lanterna-Val d’Aveto, in provincia di Genova. Simone avrà una delle tre vetture Wrc al via, la consueta Citroen Ds3 navigata per l’occasione dalla co-pilota locale Erika Badinelli, e sfrutterà la gara come sorta di test in vista del gran finale del Campionato Italiano Wrc. Mauro, con Luca Beltrame, torna al volante (su Ford Fiesta R5) dopo la tappa mondiale in Finlandia con l’ambizione di conquistare la Coppa di Zona 2.
Sulle strade liguri ci sarà anche l’equipaggio varesino formato da Riccardo Pederzani ed Edoardo Brovelli su Peugeot 207 di classe S2000: per il giovane driver c’è la possibilità di lottare per la vittoria di classe e di inseguire la top 10 nonostante l’alto numero di R5 al via. Altra vettura “nostrana” da tenere d’occhio è quella dello svizzero Daldini navigata da Daniele Rocca e impegnata in classe R3.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 29 agosto 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore