Gianluigi Conterio nominato Cavaliere al merito

Importante riconoscimento per il presidente del CVA Angera

presidente ava angera

«Un esempio per tutti i cittadini, soprattutto per le nuove generazioni. Abbiamo bisogno di persone dedite alla Nazione». Con queste parole proferite dal prefetto Ricci, il presidente del CVA di Angera Gianluigi Conterio è stato nominato Cavaliere al merito della Repubblica Italiana, onorificenza insignita, assieme ad altri sette esempi virtuosi del varesotto, lo scorso sabato 12 ottobre in prefettura.

Il rapporto di Conterio con il mondo del volontariato ha origini lontane, e, per certi aspetti, oggigiorno impensabili: «La radio è una passione che mi ha sempre affascinato – racconta Gianluigi – Fin da ragazzino mi addentrai nella comunicazione. Nel ’78 diventai radioamatore grazie all’ARI (Associazione Radioamatori italiani) di Arona per poi ricoprirne la presidenza sul finire del 1985». Proprio in quel momento che diversi terremoti colpirono l’Italia e la radiofrequenza diventò estremamente importante nel volontariato: «In qualità di presidente dei radioamatori venni quindi coinvolto direttamente nell’ambito del volontariato nazionale e nella rete di chi necessitava di comunicazione».

La svolta che l’avrebbe portato a diventare uno dei punti di riferimento nel volontariato lombardo e nazionale avvenne tuttavia solo qualche anno più tardi, a causa di un episodio che coinvolse direttamente Gianluigi e la sua famiglia: «All’inizio degli anni novanta, mia figlia Barbara rischiò di strozzarsi durante uno dei suoi primi pasti: per nostra fortuna riuscì a salvarsi ma questo mi fece pensare alla mia impreparazione e a tutta una serie di imprevisti che rischiano di diventare pericolosi. Qualche mese dopo, vidi ad Angera il cartello del corso per ambulanza. Decisi di iscrivermi e alla fine del’92 venni promosso soccorritore ad Angera».

Col passare degli anni, lavoro, volontariato e passione per la radio procedono parallelamente e a gran velocità. Nel frattempo però le deleghe e gli incarichi nel mondo del volontariato crescono: Gianluigi entra così nel consiglio d’amministrazione nazionale di Copass Onlus e del CSV (Centro Servizi del Volontariato) di Varese, ora allargatosi all’intera Insubria: «La mia vita ha incominciato a entrare in un sistema complesso di impegni. Devo cercare di incastrare molto bene tutto per non far mancare niente a nessuno – dichiara, aggiungendo -. Tanti sono i riconoscimenti per le attività di soccorso da parte della popolazione, dell’amministrazione e dai medici ma la mia vera soddisfazione arriva da quello che faccio. Ho la fortuna di vivere grandi momenti: Per esempio i sorrisi di quando si è in ambulanza e si riesce a salvare una vita o quando vengo fermato in mezzo alla strada da persone a cui abbiamo fatto del bene. Questo sono le vere soddisfazioni».

«Dopo tanti anni di impegno avevo pensato che stesse arrivando il momento di passare il testimone per un giusto ricambio – conclude Conterio -. Ma questa onorificenza mi dà nuovi stimoli, una grande carica e la voglia di rimanere in contatto con questa solida realtà».

di
Pubblicato il 22 ottobre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore