Infortuni, uno su sei avviene nel percorso casa lavoro

Sono i numeri snocciolati durante il seminario organizzato alla Camera di commercio di Varese dall’organismo paritetico provinciale della Provincia di Varese, in collaborazione con l’Unità di ricerca in psicologia del traffico dell’università Cattolica

camera di commercio incidenti

Spesso non ci si pensa, quando si parla di incidenti sul lavoro, ma una porzione molto rilevanti di questi avviene durante il percorso che separa la casa dal luogo di lavoro.

In realtà sono un numero rilevantissimo: il 16,5% del totale degli infortuni, secondo le rilevazioni di Inail sulla realtà della Provincia di Varese.

Sono i numeri snocciolati durante il seminario organizzato alla Camera di commercio di Varese dall’organismo paritetico provinciale della Provincia di Varese, in collaborazione con l’Unità di ricerca in psicologia del traffico dell’università Cattolica del sacro cuore di Milano.

Un appuntamento, dal titolo “I rischi nei percorsi casa-lavoro, ruolo del fattore umano e opportunità di prevenzione“, che ha visto l’intervento di tutti gli enti che si occupano del tema, dalla direttrice di Inail Varese Santa Picone alle forze dell’ordine con il vice questore aggiunto e dirigente della polizia stradale Marco Bragazzi.

camera di commercio incidenti

Proprio la dottoressa Picone ha tracciato un quadro del fenomeno all’interno di una situazione già molto difficile. Il 2019, infatti, si candida ad essere uno degli anni peggiori per quanto riguarda le morti sul lavoro.

Secondo i dati pubblicati dal sito Inail, nel primo semestre dell’anno gli infortuni mortali denunciati sono stati 482 (il peggior dato dal 2016) contro i 469 dello stesso periodo del 2018. Il totale delle denunce per infortunio a livello nazionale ha invece avuto una leggera flessione (-0,6%) passando da 277.690 a 276.043. Aumentano invece del 2,3%, da 46.718 a 47.788, quelli in itinere, ovvero gli infortuni occorsi nel tragitto di andata e ritorno tra l’abitazione e il posto di lavoro.

In provincia di Varese gli infortuni sono stati 9720 lo scorso anno, con 13 casi risultati mortali.

TUTTI GLI INTERVENUTI NELLA MATTINATA

Ore 9.30 dott. Fabio Lunghi – Presidente Camera di Commercio Varese

dott. Michele Tamburrelli – Presidente OPP Varese
dott.ssa Carla Mammone – Consigliere Nazionale AIFOS

Ore 09.50 prof.ssa Maria Rita Ciceri – Direttore Unità di Ricerca di Psicologia del Traffico – UCSC “Introduzione: centralità del fattore umano nel sistema traffico e opportunità di intervento per la riduzione del rischio stradale per i lavoratori”

Ore 10.10 dott.ssa Santa Picone – Direttore territoriale INAIL sede di Varese “I Dati sugli Infortuni in Itinere e opportunità per la prevenzione”

Ore 10.30 dott. Marco Bragazzi – Vice Questore Aggiunto, Dirigente Polizia Stradale di Varese “Caratteristiche e criticità della mobilità e dell’incidentalità stradale per i lavoratori sul territorio Varese”

Ore 10.50 dott. Matteo Ferrario – Comandante Polizia Locale del Comune di Varese “L’esperienza della Polizia Locale riguardo l’incidentalità nel traffico per i lavoratori”

Ore 11.10 dott. Manuel Picardi – Segretario Generale EFA (Federazione Europea Autoscuole) “L’evoluzione tecnologica delle autovetture: implicazioni per la sicurezza e la formazione dei guidatori”

Ore 11.30 dr. Duccio Calderini – Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria UOCPSAL ATS Insubria “Attività in prevenzione in tema di sicurezza stradale”

Ore 11.50 dott.ssa Mirna Begnini – Psicologa del Traffico e Docente in tema Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro “Il ruolo della formazione per la prevenzione del rischio stradale per i lavoratori”

Ore 12.00 La parola alle aziende

Modera l’incontro la prof.ssa Maria Rita Ciceri

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 ottobre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore