“Ero a bere con un amico”, evade dai domiciliari affiliato ai “latinos“

L'uomo accusato di rissa e tentato omicidio a Milano: ora dovrà rispondere del suo comportamento di fronte al giudice

Avarie

Intorno alle 18,00 di sabato le volanti del commissariato di Busto Arsizio hanno bussato alla porta di un pregiudicato ai domiciliari senza trovarlo in casa.

Essendo la quarta volta che il pregiudicato, un salvadoregno di 28 anni sotto processo a Milano per rissa e tentato omicidio riconducibili al fenomeno delle “pandillas” centro americane, non veniva trovato in abitazione con conseguente denuncia per evasione, gli agenti si sono messi in attesa e in effetti poco dopo l’uomo ha fatto rientro in sella a una bicicletta.

Dopo aver ascoltato le sue vane giustificazioni – ha spiegato di aver incontrato un amico al parco per bere una birra in compagnia – i poliziotti hanno fatto scattare le manette a suoi polsi.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 gennaio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore