Sintomi influenzali, approfondimenti su una paziente cinese all’ospedale di Varese

La donna si è rivolta al personale medico del Pronto soccorso di Gallarate ed è stata indirizzata ai laboratori di Varese dove sono presenti le strumentazioni per per riconoscere e affrontare eventuali casi di Coronavirus

virus

«Nelle strutture sanitarie del territorio regionali in questi giorni stanno arrivando diverse persone per controlli su sintomatologie che fanno pensare al coronavirus.Va tenuto conto però che queste non sono diverse dall’influenza – spiega il presidente della commissione Sanità del consiglio regionale lombardo Emanuele Monti -. Nel mio ruolo ho verificato che si segua il protocollo dell’Organizzazione mondiale della sanità. Per quanto riguarda Varese abbiamo la fortuna di avere il professor Paolo Grossi che è un grande esperto di infettologia. Questo ci permette di capire a breve se le persone che si rivolgono all’ospedale sono un falso allarme o un caso reale di contagio».

“Nessun caso di Coronavirus a Varese”

In effetti all’ospedale di Varese erano in corso alcuni approfondimenti su una donna di origine cinese che ha chiesto un accertamento sul proprio stato di salute. La donna, secondo le testimonianze raccolte, si è presentata all’ospedale di Gallarate per rivolgersi al personale medico. In serata è arrivato l’esito negativo: “Non si tratta di Coronavirus”, ha detto l’assessore Giulio Gallera.

«Ieri sera – aveva raccontato un uomo che si trovava all’accettazione del pronto soccorso – ero all’ospedale di Gallarate ed è entrata una donna cinese con marito con mascherina dicendo all’accettazione che veniva da 600km da Whuan e aveva tosse e mal di gola».

La donna è stata indirizzata all’ospedale di Varese dove, così come prevede la task force predisposta dalla Regione, sono presenti le strumentazioni per per riconoscere e affrontare eventuali casi di Coronavirus in Lombardia. La signora è stata sottoposta in queste ore alle analisi previste per tutti i casi ritenuti sospetti.

 

Coronavirus, Regione: ecco le direttive per i casi sospetti

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 gennaio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore