Decima edizione per “I luoghi del cuore”, i beni della Lombardia

Dal 6 maggio al 15 dicembre 2020 torna la grande campagna nazionale del Fondo Ambiente Italiano che invita tutti i cittadini a votare i luoghi italiani che amano di più

Generico 2018

Il FAI- Fondo Ambiente Italiano in collaborazione con Intesa Sanpaolo lancia la 10ª edizione del censimento “I Luoghi del Cuore” che si svolgerà dal 6 maggio al 15 dicembre 2020 e invita tutti i cittadini, nei piccoli borghi e nelle grandi città, nei paesi meno conosciuti e in quelli più noti, in Italia ma anche all’estero, a votare i luoghi italiani che amano di più e vorrebbero vedere tutelati e valorizzati.

Dopo due mesi di isolamento, nella settimana in cui l’Italia timidamente riparte, anche il FAI entra in una nuova fase grazie all’avvio di questa grande campagna nazionale: un’opportunità per ciascuno di noi di esprimere finalmente, quasi fosse un urlo liberatorio, il sentimento appassionato che ci lega al Paese più bello del mondo, lo stesso di cui abbiamo tanto sentito la mancanza. Proprio ora, mentre i musei, i monumenti e i Beni del FAI sono ancora necessariamente chiusi, possiamo continuare a prenderci cura, tutti insieme, del nostro territorio e dei suoi tesori.

Tornano “I Luoghi del cuore” del Fai: “Un motore per ripartire”

 

Guarda tutti I LUOGHI DEL CUORE della Lombardia 

Generico 2018

GLI INTERVENTI EFFETTUATI NEI BENI DELLA LOMBARDIA 

Il Mulino di Baresi, Roncobello 
Il mulino di Baresi, piccola frazione di Roncobello, è stato scelto in virtù della storia toccante del proprietario del mulino Maurizio Gervasoni, l’ultimo mugnaio che fino al 1996 ha macinato il grano per la farina da polenta. Esso è anche luogo simbolo per il profondo legame che lo unisce alla piccola comunità di Baresi in quanto, immerso nella radura in alta Val Brembana, esiste almeno dal 1550 e dalla sua attività decine di comunità della Valle hanno ricavato per secoli i beni della propria sussistenza: farina, miglio, olio , formaggio e pane. Segnalato alla 1° edizione del censimento con 1.300 voti il recupero del mulino da parte del FAI è divenuto l’esempio dell’impegno e della voglia di far rivivere un luogo della memoria in un territorio incontaminato.

INTERVENTO
Il FAI ha dunque scelto il Mulino di Baresi come “luogo del cuore da restaurare” e da adibire a museo affidandolo all’associazione “Maurizio Gervasoni”. Dopo averlo acquisito e restaurato, il 21 luglio 2006 nella splendida cornice di Roncobello, il FAI ha consegnato le chiavi del mulino all’associazione Maurizio Gervasoni restituendolo così alla sua comunità.

La Basilica di Santa Giulia, Bonate Sotto, Bergamo
La Basilica di Santa Giulia, Bonate Sotto (BG), al 13° posto nella classifica nazionale de “I Luoghi del Cuore” 2018 con 21.191 voti è un gioiello dell’architettura romanica risalente agli inizi del XII secolo; la sua origine si radica nella leggenda: edificata per volere della Santa a cui venne intitolata, per alcuni, o per volere della regina Teodolinda, secondo altri. Appare di notevoli dimensioni, con tre navate culminanti in altrettante absidi e cinque campate, che testimoniano l’importanza e la ricchezza del territorio. Venne realizzata fuori dal borgo, in un contesto rurale, e nel corso del Medioevo eventi avversi disgregarono la comunità, così la basilica rimase incompiuta e i manufatti già realizzati, abbandonati. Oggi è utilizzata come cappella del cimitero sorto attorno a essa. Gli interventi settecenteschi di rialzo e di copertura dell’abside e l’affresco dell’abside centrale, realizzati dai fratelli Orelli – pittori di origini svizzere attivi nel territorio di Bergamo tra Seicento e Settecento – convivono con elementi architettonici di età longobarda e anche più antica. La chiesa, attualmente di proprietà comunale, è aperta al pubblico.

INTERVENTO
Nell’ottica di un recupero necessario per il bene, ma che necessita di nuovi interventi di conservazione e valorizzazione, il Comune di Bonate Sotto ha definito ha individuato un progetto di restauro suddiviso in cinque lotti funzionali. L’intervento sostenuto dal FAI e Intesa Sanpaolo riguarda nello specifico il primo lotto: il restauro della copertura e dei paramenti lapidei della
parte absidale, intervento urgente e che interessa una parte cruciale per il
bene dal momento che interessa l’unico elevato ancora esistente.

LE PERSONE CHE HANNO RACCOLTO I VOTI
Il Comitato “Santa Giulia, la basilica” si è attivato al fianco del Comune di Bonate Sotto per promuovere la partecipazione del sito al censimento 2018 de “I Luoghi del Cuore” e ha trovato il supporto del territorio: la Basilica di Santa Giulia è infatti da sempre nel cuore dei cittadini di Bonate Sotto e le sue absidi sono rappresentate nello stemma del comune.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 06 Maggio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.